L’imbarazzante etica dell’ambiente Milan

C’è una sola società che ho stimato e ammirato in Italia in questi anni che non prevedeva un Beppe Signori correre sotto la mia curva ed è sempre stata il Milan. Nonostante lo scudetto del ’99, nonostante Zaccheroni, li ho sempre guardati con rispetto dal basso verso l’alto collezionare coppe e campioni e ho sognato la loro grandezza.

 

Però si è grandi anche quando si è piccoli o non lo si è affatto ed è delirante scoprire Raiola e i procuratori, i soldi nel calcio e le maglie baciate al vento solo quando tutto questo non serve solo al proprio tornaconto. Dispiacerebbe a chiunque per Donnarumma, certo, ma sbandierare certe reazioni scomposte e moralistiche dopo aver per anni gioito (giustamente) per aver privato gli altri dei propri idoli è ridicolo e ipocrita. Biglia e Kessie, per fare i due esempi più recenti, scelgono il Milan per i suoi soldi e non per i colori della maglia. Uno non è italiano, l’altro non è giovane, ok, ma dobbiamo davvero andare a ripescare la lista dei Nesta o dei Van Basten che hanno fatto le fortune rossonere? È il calcio, brutto e senza poesia, ma non da oggi.

E no, Donnarumma non è un mercenario. I soldi sono soldi anche quando ne hai tanti e il campionato italiano oggi non offre prospettive di lavoro gratificanti. Lavoro sì, siamo noi gli scemi a credere che si possa ancora parlare di cuore quando sono diverse SPA a gestire una firma su un contratto. Donnarumma bacia una maglia di troppo, son d’accordo, ma è un errore che si può fare a 18 anni in un ambiente dove se invece ti dimostri menefreghista e disinteressato (Balotelli) vieni additato come uno stronzo.

Penso a Higuain ieri, a Donnarumma oggi, e continuo a credere che gli imbecilli restiamo solo noi. Che ci innamoriamo come prima, che ci piace veder leccare le magliette, che crediamo alle dichiarazioni d’amore incondizionato e che son 30 anni che stiamo guardando un altro sport con la consapevolezza di farlo ma senza il coraggio di crescere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...