Serie Seguendole: Bilioni ad Atlanta

Novembre? Non vi parlo di serie TV da novembre? Ma in quale buco temporale sono finito che il tempo sembra scivolarmi tra le mani anche se non mi sto divertendo affatto e se non sto passando per niente le giornate ricoperto di gnocca? Vabbuò, Bojack Horseman è stato bellissimo anche nella terza stagione ma è passato troppo tempo dalla visione quindi passo oltre ma recuperatela se non l’avete ancora fatto.

Black Mirror: Stagioni 1-3
Due parole che è la serie nerd per eccellenza e ne hanno giustamente già parlato tutti. Non è semplicissimo parlarne come serie perché gli episodi sono molto diversi tra loro, quasi dei film, e l’unico elemento in comune è la messa in video di questi futuri fantastici ma possibili, irreali ma anche tremendamente vicini. E funziona, funziona perfettamente Black Mirror perché con un cacciavite si insinua nelle ferite esistenti della nostra fredda e tecnologica esistenza, così completa ma anche tremendamente fragile ed esposta. Qualche episodio è più riuscito, qualche altro meno, ma nel complesso una delle esperienze più forti che la tv è riuscita a mettere in piedi nel corso della sua storia.

Billions: Stagione 2
Dovrei avervi già parlato del mio amore per questa serie che parla di miliardari cattivi (ma neanche troppo) e uomini del governo buoni (ma neanche troppo) che danno loro la caccia. In questa seconda stagione le posizioni di forza si invertono e il riccone geniale e infallibile comincia a fallire laddove la sua vita sembrava una barca inaffondabile persino nella vita familiare. Pochi colpi di scena (uno e pure prevedibile a mio avviso), pochi fatti da raccontare, ma l’ottimo cast di attori tiene botta grazie al ritmo eccellente e alla qualità eccellente dei dialoghi.

Mozart in the Jungle: Stagione 3
Se ne parla sempre troppo poco ma ho finito col guardare tutte e tre le stagioni a velocità di maratona preso com’ero dal divertimento e dalla voglia di saperne di più, qualcosa vorrà pur voler dire. La terza stagione parte in Italia con la Bellucci (insomma) e De Sica (meglio) veri protagonisti ma è sempre la musica classica al centro della serie e questo nonostante si tratti pur sempre di una serie comica a tutti gli effetti. C’è spazio anche per altro in questa stagione con un episodio splendido dedicato alla musica come strumento di libertà ma il resto ruota tutto ancora intorno ai suoi splendidi e divertenti protagonisti, magnifici interpreti di ruoli caratterizzati con cura. Non capisco perché siate ancora qui però.

 

Atlanta: Stagione 1 – Ep 1 e 2
Serie rivelazione dell’anno secondo un sacco di gente e andata in onda anche su Sky Atlantic (io non ho fatto in tempo che su on demand c’è stata pochissimo). Ho appena cominciato a vederla e mi pare confermare quanto di buono avevo sentito dire solo che mi sembra molto più drammatica di quanto mi aspettassi. Certo, ci sono le battute e il tono è anche divertente a volte, ma non si respira l’aria dei momenti buoni e i protagonisti cominciano da subito a passarsela molto male. Non che sia un difetto eh, ma tutto mi sembra meno che la serie inclassificabile di cui si diceva in giro. Ne torniamo a parlare comunque.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...