MasterChef Italia 6 – 15a e 16a puntata

15a puntata: Il gioco delle coppie
Speravo che l’eliminato tra Roberto e Gabriele si sarebbe deciso con un duello o qualcosa del genere. E invece no, i giudici sottolineano brevemente che entrambi hanno un’indole vagamente trasgressiva, vuoi per l’orecchino di Gabriele che per la cresta di Roberto, e poi mandano a casa quest’ultimo per direttissima. Al che scopro che Roberto ha pure un tatuaggio sul collo in stile Agente 47, per cui nei panni dei giudici non sarei tanto sereno.

Si passa alla Mystery Box, che stavolta è accompagnata da altre cinque scatolette più piccole. La grande contiene latte, pinoli, ali di razza, bruss, zucchine, limone, pomodori camoni, farian di ceci, pastinaca e creste di gallo, ma i concorrenti possono cambiarne fino a quattro alla cieca, come in una mano di poker, pescando dalle altre più piccole. Sia Michele P. che Gabriele hanno un problema con la pastinaca. Gloria ne cambia quattro, gli altri in media un paio, ma quasi tutti vogliono liberarsi delle creste di gallo. Margherita assaggia per la prima volta la mostarda di frutta, e tutti si aspettano che reagisca malissimo. Lei invece resta impassibile e non dà soddisfazione a nessuno. Tra Cristina e Gloria è gara a chi sembri più una fastidiosa maestrina. Michele P. sente odore di vittoria nell’aria, ma probabilmente è qualcosa che si è scordato sul fuoco, visto che i migliori sono Margherita, Gloria e Cristina. Vince Gloria, che è anche nettamente la più maestrina del lotto, per cui ci sta.

screenshot-2017-02-13-17-43-35
“Ho una pastinaca, e non ho paura ad usarla!”

In dispensa c’è solo una cloche, che nasconde il leggendario timballo del Gattopardo, che comprende qualcosa come settanta ingredienti diversi in un piatto che ha più o meno il peso atomico del plutonio. I concorrenti saranno divisi in coppie, e dovranno prepararlo a staffetta. Gloria ha ovviamente il potere di formare le squadre, e sceglie come compagna Margherita. Poi associa Cristina e Michele P., al che scopriamo che quest’ultimo è uno che appicca il fuoco ai cessi che non conosce prima di espletare. Spero non faccia lo stesso pure con le lenzuola quando è ospite a casa di qualcuno. La coppia successiva è formata da Mariangela e Gabriele. Quest’ultimo la prende bene, e va a prenotare il biglietto per tornare a casa. Loredana e Giulia, a detta di Gloria, dovrebbero avere qualche problema a mettere da parte le rispettive tendenze a comandare, ma in realtà sembrano ben felici di collaborare. Valerio e Michele G. formano l’ultima coppia, la più giovane. La sfida a chi si faccia più pippe tra i due è ancora aperta, ma Michele G. ha definito Gloria una MILF, per cui scommetterei su di lui. Barbieri prova a spiegare come è fatto il timballo del Gattopardo, ma Gabriele è troppo impegnato a disperarsi per capirci qualcosa. Non che non abbia motivo, visto che Mariangela prima rovina la pasta frolla maneggiandola troppo, e poi sfascia tutto nel tirare il timballo fuori dal forno. Margherita e Gloria se la sono cavata discretamente, invece, ma non bene come Cristina e Michele. Loredana e Giulia hanno lavorato serenamente, ma il loro timballo ha diversi difetti. Quello dei due giovinastri è brutto ma buono. Quello di Gabriele e Mariangela, prevedibilmente, è un disastro. In teoria l’altro peggiore è quello di Loredana e Giulia, ma in pratica non c’è gara. Tocca perciò salutare Mariangela, che onestamente speravo movimentasse un po’ di più questa edizione. Volevo una nuova Rachida, in sostanza, ma così non è stato. Gabriele finisce di nuovo al Pressure Test.

16a puntata: Shaolin de noantri
Improbabili monaci guerrieri si allenano nel verde, mentre i concorrenti apprendono dal loro maestro che dovranno cucinare rispettando i principi della cucina vegana, e in alcuni casi addirittura di quella crudista. Mi aspetto che si passi ai melariani da un momento all’altro, ma per ora ci tocca accontentarci. Apprendo però che 42, oltre a essere la risposta a tutto, è anche la temperatura del corpo al momento della morte. Son quelle cose che non sai mai quando ti possono tornare utili in una conversazione. All’udire le parole “tiramisù crudista”, però, il mio cervello va in blackout.

Quando riprendo conoscenza, c’è Michele P. che spiega a Valerio come si taglia la patata alla giapponese. Per cui non sono ancora sicuro di essermi svegliato del tutto. Margherita teme che Cristina non si fidi di lei. Ma non è così, sta’ serena. È solo che quando parli non si capisce una mazza. Mentre i concorrenti cucinano, Joe è impegnato a far vacillare i valori buddhisti del maestro, ricordando che, se proprio deve scegliere una religione, i cristiani hanno Gesù, che era un figo e beveva pure il vino. Non c’è gara. Vincono i blu, vale a dire Cristina, Loredana, Michele G. e Margherita.

screenshot-2017-02-15-01-04-32
Fabulous!

Gli altri dovranno scontrarsi in una serie di duelli diretti, il primo dei quali vede affrontarsi Michele P. e Gabriele nella preparazione dello zabaione. Si tramuta ben presto in una gara a chi suda di più, stravinta ovviamente da Gabriele. Purtroppo per lui, quella a chi cucina lo zabaione migliore è appannaggio di Michele. A Gabriele tocca scegliere il suo prossimo avversario, e lui indica Valerio. Il piatto sono le sarde a beccafico, e Gabriele perde pure stavolta. Decide quindi di sfidare Gloria sulle mozzarelle in carrozza. “Ma sei scemo?”, commenta lei, per poi procedere a stravincere il duello. Si decide tutto nell’ultima sfida, che consiste nel cuocere del filetto in tre gradi di cottura diversi. La fascia per i capelli di Gabriele ormai pesa più di lui per tutto il sudore che ha assorbito, ma stavolta l’esito della gara è diverso. Giulia viene eliminata, Gabriele è di nuovo salvo per il rotto della cuffia. Che è quello che dovrebbe indossare per non scomodare ogni volta Bastianich a legargli la fascia in testa. “Le aquile non volano a stormi,” sentenzia Joe. “Vi faccio il culo a tutti,” traduce Gloria, sempre più motivata. In effetti inizio a sperare in una finale Loredana vs. Gloria, combattuta a colpi di battutine e tentativi puerili di dissimulare indifferenza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...