Vitoiuvara e la realtà virtuale – Parte 2

Seconda carrellata di cosuccie provate per PSVR. Facciamo che a cadenza random ci ritorniamo sopra. Volevo anche provare L’Oculus Rift in un centro commerciale ma non ho il coraggio di indossare il caschetto e farmi deridere da tutti gli astanti.

Kismet
Domenica mi infilo nello store in cerca di cose nuove e strane da provare. Mi imbatto in questo Kismet che graficamente pare starci dentro (e non puoi dirlo di ogni cosa per VR onestamente). Ma io sono furbo, mica mi faccio fregare, prima di acquistare mi metto a cercare in rete qualche recensione utile. Alla seconda molto positiva decido che sì, 7€ glieli posso anche dare. E il gioco tecnicamente c’è davvero. Si è fermi seduti a un tavolo, certo, ma è comunque un bel vedere. Sono i contenuti a latitare. La tizia ti legge le carte, la tizia ti legge le stelle, la tizia gioca con te a una cosina rudimentale su scacchiera. Fine, tutti a casa, sgomberate l’aula.  Davvero troppo poco, soldi buttati.

screenshot_kismet_003

 

Resident Evil 7
La linea è ufficialmente segnata. Resident Evil 7 è davvero il momento esatto in cui capisci che la VR può essere molto di più di qualche breve orgasmo precoce. Io, a differenza di molti altri, non c’ho visto un gioco solido alle spalle, ma in VR rimane una delle esperienze più forti e coinvolgenti della mia vita. Sopratutto la parte iniziale, più psicologia e meno action, ti strappa il cuore dal petto e ti infila a forza in questa villa dimenticata da Dio. Ho accusato sempre un leggero malessere, poca roba, ma il sistema di controllo mi è parso perfetto e il mio cervello ha completamento assorbito il downgrade grafico. Le vendite sono andate molto bene, da qui bisogna ripartire.

Eve Valkyrie VR
Sono un po’ deluso dalla mancanza di una vera e propria campagna in singolo. In realtà sono presenti solo una serie di tutorial e qualche missione slegata. Dovrebbe essere un gioco multi online, però, quindi non posso nemmeno fargliene una colpa. Il problema è questo gioco lo soffro abbastanza fisicamente sopratutto quando i movimenti si fanno più rapidi. E online immagino non si possa giocare al rallentatore ecco, nel caso me ne fregasse qualcosa. È un peccato perché rimane molto bello da vedere e anche pensato bene nei controlli. C’ho giocato pochino, però, vediamo se col tempo riesco a padroneggiarlo meglio.

eve-valkyrie-shot-01

 

Holo Ball
Provato giusto due minuti, un filino di nausea anche con questo ma erano giorni che non caschettavo, e mi sembra un onesto passatempo senza brillare in modo eccessivo. I controlli sono abbastanza precisi ma non mi ci vedo a giocarlo a lungo, sicuramente è un buon modo per avvicinare gli amici alla VR. Amici che possibilmente non ti cascano sul Millenium Falcon della LEGO appena ti distrai un attimo (true story).

Until Dawn: Rush of Blood
Mi sono convinto ad acquistarlo dopo aver provato la demo. È un bel gioco, forse uno dei più completi del lotto iniziale e rimane sempre divertente (e impegnativo pure) anche nel tempo nonostante i controlli non siano sempre perfetti. Mi capita di dover ricalibrare spesso la mia posizione durante le partite (premendo il tasto start eh, una cosa veloce) e qualche volta il puntamento è in zona Wii. La componente horror è ben fatta, qualche buona idea c’è pure, ma da quel punto di vista sarà molto difficile riprenderlo in mano dopo Resident Evil 7.

penrose_allumette

 
Wayward Sky (Demo)
Giochino molto intelligente che alterna una visuale dall’alto ad azioni in prima persona perfette per VR. La demo non mi ha entusiasmato ma essendo l’inizio del gioco potrebbe anche aprirsi più avanti regalando enigmi un attimo più complicati e interessanti. Aspetto un prezzo più invitante, poi probabilmente due spicci glieli regalo.

Allumette
Allumette non è un gioco ma una sorta di corto animato disponibile gratuitamente nello store. A differenza di Invasion, che è bruttino, questo racconta un storia carina ma sopratutto riesce a coinvolgerti con questa città delle nuvole e a regalarti anche qualche sana vertigine. La risoluzione del tutto non è eccelsa ed è un’esperienza forse troppo faticosa in queste condizioni ma è inevitabile pensare che il futuro passi anche attraverso questo tipo di esperienze. Ci vorranno altre console e altri visori, quello sì, ma questo è quello che vedranno i nostri figli e nipoti.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...