Nintendo Switch: Un disastro annunciato

Se ne è parlato nell’ultimo episodio di Ringcast ma intorno a me c’era un sacco di gente fastidiosa (tra cui, senza fare nomi, uno che non ha apprezzato The Last Guardian) a far rumore e volevo spiegarmi meglio. La premessa è che io Nintendo Switch l’ho ordinato perché per i miei gusti personali lo vedo allineato con il WiiU (console che mi ha soddisfatto come spalla di PS4/One) e perché prenderlo oggi per Zelda o a dicembre per Mario mi cambierebbe poco la vita. L’ho preordinato ma no, non sono contento di questo lancio. 1/2 Switch non mi convince, a voler essere magnanimi, Mario Kart 8 mi umilia come possessore di WiiU e Splatoon vediamo che ad oggi non si è ancora capito quando sarà diverso dal predecessore. Ma la roba Nintendo arriverà prima o poi, tanta o poca che sia, e io voglio esserci.

Solo che Nintendo non deve venderle solo a me le console (e con “me” intendo tutti quegli imbecilli che lo prenderanno per Zelda nonostante potrebbero giocarlo su WiiU) perché io non gli basto, questo almeno è quello che dice la storia del WiiU e il repentino abbandono dello stesso. Il problema è che io il pubblico di Switch non lo vedo, non lo metto a fuoco, mi sembra un’illusione da reparto marketing piuttosto che una vera massa di gente capace di cacciare  il grano. Proviamo ad andare per ordine.

1-2-switch-includera-almeno-20-minigiochi-v3-282630-1280x720

 

Switch è una concorrente di PS4/One.
Qui è un disastro. La line-up iniziale a dir poco desolante dimostra che le terze parti questa volta non saliranno sul carro se non quando la console sarà ben avviata. Persino i publisher che di solito ti accompagnano anche se sei destinato a morire, pure quelli che hanno accompagnato Vita, al lancio non ci sono. Qualcuno arriverà, qualcuno ha promesso di farlo, ma la sensazione è che si siano rotti i coglioni di fare a pugni con un’utenza Mariocentrica e volumi di vendita molto bassi. Se vuoi giocare FIFA forse ti becchi una versione zoppa tra qualche mese, se vuoi un action suki, se vuoi un gioco di auto suki, se vuoi uno sparatutto suki, se vuoi un picchiaduro suki e se vuoi un RPG ti becchi con un anno di ritardo la versione remastered di un RPG uscito cinque anni fa, in pratica suki. Pagherai per l’online e avrai un gioco NES invece che un tripla A datato o un indie moderno però dovrai usare il telefono per chattare invece di una cuffia. E ancora non ho capito se potrai farlo con un Windows Phone che ok, non siamo in tantissimi, ma saranno anche cazzi miei se c’ho il telefono pezzente no? Mettiamoci pure che il digital download sembrerebbe o precluso o costosissimo considerati i 32GB iniziali del sistema (che saranno 28 scalando il sistema operativo) e mi sento di escludere che esista al mondo qualcuno, amante dei videogiochi, che possa anche solo pensare di avere Switch come unica console casalinga. E no, se sei un amante dei videogiochi non puoi vivere solo nell’attesa di uno Zelda ogni 36 mesi.

Switch è una badante.
A livello teorico, quindi, Switch altro non può essere che una console piena di magia da accompagnare all’altra dove invece girano le robe per maschi muscolosi. E qui è peggio che un disastro. Perché proprio mi sfugge cosa Switch possa dare alle persone più di WiiU a parte qualche ora (poche) da portatile. Al netto dei suoi problemi di comunicazione iniziali (che hanno confuso i casual gamers del Wii più che noialtri deficienti però), il WiiU ha messo sul piatto un parco titoli Nintendo apprezzabilissimo più qualche esclusiva (alcune a tempo ma durate anche un anno) di buona qualità. Quelle stesse persone che non hanno fatto il passo per 3 Zelda (1 remake vero e proprio, 1 remastered e 1 nuovo), 2 mario 2D, 1 mario 3D, un Pikmin, un Paper Mario, uno Yoshi, un Rayman Legends, uno ZombiU (ok, una merda, ma interessante come titolo di lancio), Wonderfull 101, Bayonetta 2, uno Xenoblade, un Mario Kart, uno Smah Bros, uno Splatoon, un Toad, un Mario Maker e un Monster Hunter perchè mai dovrebbero credere di poter avere di meglio con Switch spendendo persino di più? Mi sembra assurdo credere che esiste una grossa fetta di mercato che invece oggi, al contrario di ieri, ritenga “la console badante” una possibilità. Anche ammettendo che davvero Nintendo voglia farne un ibrido e raddoppi quindi il numero di uscite annuali, Switch rimarrà sempre la console con le versioni pezzenti dei tripla A (quando e se arriveranno) e che ti preclude quindi una parte del divertimento. Che scegliere Nintendo invece di Call of Duty non è nemmeno una decisione deprecabile se le finanze non ti aiutano, ma è una decisione che hanno preso in pochi in passato e che prenderanno in pochi in futuro.

wii-u-960x560

 

Switch è il nuovo Wii
Qui è un disastro con riserva. A mio avviso,però, anche l’unica possibilità di successo di questa console. La presentazione del 13 gennaio mi è sembrata andare molto in quella direzione ma ho parecchi dubbi che gli possa di nuovo riuscire il colpaccio.  Per cominciare 1/2 Switch non è Wii Sport, a meno che non mi sfugga qualcosa, e non ha la forza dirompente di un aggeggio che ti promette di giocare a tennis in salotto con tua nonna. Wii Sport, inoltre,  era gratuito in bundle a 250€, oggi per giocare a 1/2 stella devi spenderne 380€, non esattamente la stessa cosa. Ma il problema grosso per quella fetta di pubblico è che un Wii l’hanno comprato e che non hanno nessuna intenzione al mondo di infilare un’altra console a prendere polvere in un armadio. Per strapparli dalle poltrone e dalla programmazione di Canale 5 servirebbe molto di più questa volta, il Wii li ha resi diffidenti e malvagi, sono scottati. Il Wii poi si era preso molto più tempo per conquistare la gente, magari Nintendo non è interessata ad averli al lancio, ma ora come ora è praticamente impossibile che salgano immediatamente sul carrozzone.

Quindi vedo pochi spiragli, nei quali comunque spero sempre, e trovo irreale la gestione dell’online e il posizionamento sul mercato da prodotto Apple che ce l’ha più grosso. Perché Apple prima ha offerto di più per costare di più, solo quando ha imposto il suo nome sul mercato di riferimento si è potuta permettere il lusso di sovrapprezzare prodotti di qualità in linea con altri. Nintendo non è Apple e in questo mercato doveva prima imporsi con idee e politiche commerciali aggressive. Invece no, ma il mondo Nintendo è sempre tutto strano (a volte anche in positivo) e in quel mondo bisogna telefonarsi per chattare.

5 comments

  1. Nintendo come sempre innova, cerca di far stare le persone intorno aala console a socializzare e divertirsi… non riuscite proprio a capire la Quality Life che cerca di imporre? No. Perché probabilmente non ci arrivate, vi piace stare chiusi in casa a giocare a fifa con gli amici virtuali… Nintendo è l’unica che cerca di spingerci ad uscire… Pokemon go ne è l’esperimento e Switch la consacrazione…. dovremmo tutti toglierci il Cappello quando una società che fà Videogiochi cerca di accarezzarci ed indirizzarci verso una cultura di socializzazione!!!

  2. Non capisci un cazzo. Un altro articolo scritto da persone dove il mondo dei videogiochi gira intorno solo a call of duty é fifa.

  3. Concordo con te e come sempre ottimo articolo! Unica domanda che mi sono fatto è la fetta di mercato a cui vuole far riferimento Nintendo… Nel senso: da over30 ho problemi ad avere la TV occupata in salone, e quando ci gioco? In mobilità… Quanto riesco a giocare e dove? Un bel po’ Sul treno direzione ufficio, altri momenti sporadici nei vari spostamenti … come faccio? Sfrutto il fatto che sia un tablet…
    Finalmente non c è nessuno a casa, la collego alla TV e me la godo sullo schermo grande! Ecco, io c ho pensato all’acquisto, ma sono 300$, che poi non saranno lo stesso in Italia, per cosa fare e per quali titoli? Hanno provato a prendere la fetta di mercato che ho indicato io, che però credo non la comprerá mai….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...