I troppi grandi difetti di Rogue One

Spoiler, ci sono spoiler, attenti agli spoiler, pussa via se non volete spoiler. Ok, passiamo oltre. 

A volte io e il mondo non andiamo d’accordo. Mi capita con quasi tutti i film Marvel, per esempio, ma di solito riesco a nascondere con sufficiente dignità il mio disgusto per l’altrui opinione. Magari non è roba per me mi dico, son ragazzi penso, insomma me ne faccio una ragione e passo oltre. Con Rogue One no. È da ieri sera che non riesco a spiegarmi come un essere umano possa trovarlo anche solo un filino meglio che aberrante. Ma proprio che ieri notte mi aspettavo sommosse di piazza ai titoli di coda, gente impazzita che usciva fuori dalle sale per andare a spaccare le vetrine dei negozi, mi sarebbe bastata anche una piccola shitstorm su internet, cazzo non la si nega a nessuno una shitstorm su internet, tutto tranne un applauso. Perché mezza sala, forse anche più di mezza, ha applaudito alla fine del film. E con ancora più sorpresa mi sono ritrovato a leggere opinioni e recensioni favorevoli su internet, ma tipo anche di gente che di solito merita il mio saluto eh, mica solo di quelli che guardano Barbara D’Urso e votavano Forza Italia zitti zitti. Provo a spiegarmi.

jjb

 

Il film inizia con un flashback di un tizio in malattia a cui hanno mandato il controllo a casa. Ovviamente sta benissimo ma ha ingegnosamente preparato un piano d’emergenza con la famiglia. Qui la prima volta che ho storto il naso, saranno passati 3 minuti. Il piano prevede che il padre cominci a parlare di trivelle con i tizi della mutua mentre mamma e figlia scappano solo che la madre ha un altro piano che prevede di lasciar scappare la figlia mentre lei torna indietro a minacciare tutti con una pistoletta solo che pure la figlia non si incula nessuno dei genitori e torna indietro per farsi acchiappare. Una matriosca di imbecilli familiare proprio. Comunque la madre muore in due secondi, per una volta l’Impero sembra un organismo serio e affidabile, il padre è costretto a tornare a lavorare e la figlia riesce a scappare e a farsi allevare da un terrorista fuori di testa. La tipica persona a cui decidi di affidare tua figlia quando esci per una cena.

Il padre però è uno furbo, siccome è sicuro che la Morte Nera verrebbe costruita lo stesso anche senza il suo aiuto (per il quale l’Impero lo ha cercato per mezza galassia altrimenti chissà se potrebbe riuscirci), decide di aiutare a costruirla più in fretta infilandoci però un punto debole sfruttabile solo da uno jedi supersayan che per culo riesce ottenere le informazioni necessarie e a superare le difese dei caccia nemici solo grazie al sacrificio di un sacco di ribelli.  Perchè le cose son due: o l’impero è un cretino che non si accorge di una falla clamorosa nella sicurezza nonostante il tizio a capo del progetto sia un traditore smascherato e i ribelli gli abbiano rubato pure i piani di costruzione della Morte Nera che un minimo te lo chiedi perché l’abbiano fatto oppure il padre della protagonista è Virginia Raggi e il suo piano è Marra.

Darth Vader.

Ma questi son dettagli, non si guarda Star Wars per queste frivolezze. Molto più discutibili i personaggi buttati sul piatto. Cassian, per esempio, è un ribelle con un passato oscuro e travagliatissimo che per i suoi scopi non disdegna di uccidere gli amici ma che conosce 5 minuti una che gli sta sul cazzo e proprio non se la sente di uccidergli il padre che uccideranno un secondo dopo bombardandolo. Chirrut Îmwe è il Daredevil che compri su ebay come le nike che sono uguali uguali alle originali ma le paghi un sacco di meno. In una commovente scena finale decide di credere nella forza e di camminare in mezzo ai proiettili e alle bombe solo che lo prendono in pieno e la forza non ci fa un figurone. Poi c’è il pilota nero che deve comunque morire per primo pure quando tanto moriranno tutti e non servirebbe e il Jar Jar robotico che piace alle famiglie e rallegra le serate tra amici. Ed è comunque il personaggio a cui mi sono affezionato di più durante il film e l’unico di cui mi è dispiaciuta la morte, un robot. Ora, sorvolando sul fatto che il cast sembra costruito per un disaster movie con un mostrone che esce dall’acqua, sono i rapporti tra di loro che hanno cannato completamente. In due ore di film non riescono a giustificare gli abbraccioni finali col risultato di apparire come gente che morirebbe in battaglia per la tizia che ti ha servito una volta una Rustichella all’Autogrill. Che poi non è nemmeno così facile affezionarsi tanto a una che ti guarda sempre con quella bocca storta se proprio devo dirla tutta.

Però Darth Vader.

È vero che ci sono delle buone scene d’azione, in linea con la saga sicuramente, ma io ho trovato anche un’enormità di parti noiosissime che aggiungono pochissimo agli eventi narrati e che ne fanno tutt’altro che un galvanizzante film di guerra.  Il pilota lobotomizzato che però dopo è lucidissimo, le riunioni di marketing nella Morte Nera, le prove della caldaia a basso regime, l’installazione della rete wi-fi condominiale che non prende il 4G, lo sterminio degli ingegneri che lo capisci così tanto prima che un paio di loro fanno in tempo ad avvisare le famiglie e a disdire il dentista di mercoledì. Nel complesso la fuffa è tanta, le scene che vorrebbero essere divertenti ma cala il silenzio e sorridi nervosamente per non farli dispiacere pure, i discorsi epici prima delle battaglie sembrano scritti dal presidente di Indipendence Day e si sprecano le controbattute che tanto valeva infilarle nei titoli di apertura. Pure a livello di ambientazioni Episodio VII proprio un altro campionato, qui il grosso del film è girato in un resort ai Caraibi, ti viene da pensare più a un PASSION HONEY SHANDY COCKTAIL che alle atrocità della guerra.

Però Darth Vader con la spada laser.

Bhò, io non vi capisco.

 

 

 

 

3 commenti

  1. Mah… sono abbastanza d’accordo su tutto con te.
    I personaggi sono scialbi e scelti male, oltre ad interagire male tra loro. Se tanto alla fine li ammazzi tutti, puoi anche tirare un po’ di più la corda, secondo me.
    La prima parte del film è piuttosto noiosa… la si tollera solo nell’attesa di qualcosa di meglio.
    La parte della “guerra sulla spiaggia” è troppo lunga, nonché inverosimile: nella base ci sono CENTINAIA di Stormtrooper. Sarà pur vero che non pigliano un colpo, ma suvvia…
    La parte nello spazio non mi è dispiaciuta: l’idea “cannone a ioni-sperono-spacco tutto” mi è piaciuta, e perlomeno è diversa dal solito X-Wing magico che per ben non uno, ma DUE film ci hanno propinato (con i complimenti a JJ Abrams).
    Vader.
    Beh… Vader è Vader, e quella scena non è niente male.
    Però il fatto che lui rimanga nel vuoto dello spazio con due Stormtrooper a guardare il trasporto con Leila sopra che se ne va, oltre ad essere un po’ ridicola, non funziona per nulla con l’inizio di episodio IV (chi non ci crede vada a riascoltarsi il dialogo tra Leila e Vader).
    Bastava far andar via il trasporto e spendere cinque minuti, CINQUE, non di più, per spiegare che il dischetto dei piani non poteva essere trasmesso perché l’Impero controllava tutte le trasmissioni di una certa dimensione o tipo (che ci poteva stare) e allora andava consegnato a mano, e se ne incaricava Leila, ma veniva intercettata, e poi R2D2, e poi lo sappiamo.
    Vabbè, forse anche quest’idea ha delle falle, ma io di professione mica faccio lo sceneggiatore. Davvero non si poteva trovare qualcosina di meglio?

  2. Completamente in disaccordo, ma sono punti di vista differenti…

    Anche a me è piaciuto e non mi vergogno a dirlo, ho trovato l’inizio si molto strano, e alla fine avrei preferito anche io magari che la moglie fosse trovata dalle guardie mentre la figlia si nasconde…

    Per essere un episodio 3.5 che collega le due trilogie, hanno chiarito molti punti oscuri, che aspettavo da tempo! io non so di che anno sei tu, ma a me Episodio4 da bambino aveva fatto impazzire non capendo quando e perchè darth vader aveva preso possesso dell’astronave di Leila; bene, questo film me l ha chiarito e l ha fatto anche bene (imho) però forse avevamo aspettative diverse?
    Si capiva dall’inizio che i due “eroi” sarebbero morti finita la trasmissione perchè non esistevano nella prima trilogia, ma alla fine li ho apprezzati. Posso sapere tu cosa ti aspettavi invece?

    • Intanto grazie per il commento garbatissimo. Io speravo che usassero questi episodi per raccontare storie slegate dalle trilogie ma non credo sia questo il problema. Non mi è piaciuto il tono da filmetto Marvel e come hanno giustificato le relazioni tra personaggi. A tratti mi è proprio sembrato una parodia di un film di guerra, non un film di guerra.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...