Voi quella volta c’eravate?

Ho scritto una cosina da innamorato di Tomb Raider per Outcast e mica è giusto che provate a svignarvela senza leggere. L’articolo completo ovviamente lo trovate su outcast.it che giopep mi ha dato 15 milioni per scriverlo e non sarebbe giusto approfittare.

20-years-of-rare-tomb-raider-images_1qme-640

Ho sempre immaginato la mia vita con una sliding door bella evidente nel mezzo. Nella mia esistenza alternativa io quell’estate non torno a Roma da Torvajanica, non ricomincio a giocare a Tomb Raider dopo averlo abbandonato mesi prima e continuo a guardare i videogiochi con pigro interesse e distacco, senza passione. In quella mia esistenza alternativa, io probabilmente mi drogo il giusto e scopo un sacco di più, principalmente con modelle vogliose di fare robe strane e sporchissime. Liberi di non crederci ma nessuno potrà mai dimostrare che non sarebbe davvero andata così.

Tomb Raider era allora, ed è ancora oggi, esattamente quello che cerco in un videogioco. Che non è mai stato Lara Croft, nonostante il successo pop del personaggio abbia convinto il mondo del contrario. Tomb Raider, almeno per chi lo ha amato davvero, non ha mai avuto niente a che fare con gli impazziti pruriti ormonali dell’adolescenza. Il porno su internet non era ancora arrivato, certo, ma in qualche modo ci si arrangiava lo stesso con forme ben più arrotondate.

CONTINUA QUI

2 comments

  1. Grande articolo Dr. Vitoiuvara!
    Questo articolo meriterebbe un commento migliore, ma non conosco le parole per farlo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...