X Factor Italia 2016 – Provini, 2a serata

Senza indugio, che siamo già in ritardo! Ad aprire questa seconda puntata ci pensano i The Hangovers da Bologna. Si definiscono una “boy band geriatrica” e per restare perfettamente in tema cantano Il bandito e il campione. Ora, ammetto per l’ennesima volta di non essere un grande fan di De Gregori, ma non è solo per quello che ho trovato l’esibizione sostanzialmente anonima. Ma ai giudici piacciono molto, in particolare ad Arisa, a cui colano gli ormoni dalle orecchie. Non sappiamo se la cosa sia legata al fatto che le abbiano messo delle teste d’aglio sotto il tavolo. “Come succhio io il sangue non lo succhia nessuno,” ci tiene a farci sapere, però.

Kosta & Double G ci credono. “Che bellini,” commenta Arisa, sempre più in preda all’eccitazione. I due parlano all’unisono come Qui, Quo e Qua, e poiché sono solo in due, per completare il numero chiamano a ballare sul palco una tizia a caso. Sono sostanzialmente due rapper da animazione di villaggio vacanze, che vogliono fare i sovversivi gridando: “muovi il culo”. Ma vaffanculo, gli rispondono in sostanza i giudici, che fa pure rima. “Non ci hanno capito,” si difendono loro. “Di solito piaciamo,” aggiungono. “Potevano chiederci una cosa a piacere, almeno.” Silvia canta Ti sento, ma viene multata dai giudici per eccesso di decibel. Il troppo vibrato è invece il problema di Eleonora. La ragazza non sa chi sia Fedez, però. Il che vale comunque come vittoria morale, se mi è concesso.

1
Tipo i Righeira, però vestiti peggio. 

Giovanni rischia quattro svenimenti e un paio di infarti prima di salire sul palco, ma quando ci riesce dimostra di avere una bella voce, un po’ tizianoferrosa. Purtroppo canta una canzone di Jovanotti, ma questo non gli impedisce di ricevere quattro sì convinti, che lui accoglie con umiltà. Le Dreamers sono invece due amiche del cuore che mi fanno molta tenerezza e simpatia, nonostante ricordino le gemelline di “Shining”. O forse proprio per quello. Però non sanno cantare, una delle due in particolare. Per fortuna la migliore delle due non è abbastanza brava da far venire ai giudici lo sfizio di separarle, perché probabilmente avrebbero dovuto usare la fiamma ossidrica per staccarle. Sempre più in preda agli ormoni, Arisa chiede un gelato.

Eva ci provò già qualche anno fa, senza successo. Nel frattempo, la vita le ha fatto il brutto regalo di una malattia, ma la ragazza è riuscita a trasformare la sfortuna in una fonte di ispirazione. Devo dire che è una di quelle che mi è piaciuta di più a oggi, e il suo inedito non è nemmeno male. Promossa a pieni voti. Subito dopo arriva Francesca Michelin ad aggiungersi alla giuria, giusto per ricordare al pubblico che chi vince X Factor non sparisce completamente nel nulla. Solo al 90%.

Simone è un artista di strada. La sua esibizione parte un po’ lagnosetta, ma poi si aggiusta. Continua a non piacermi, ma merita sicuramente i quattro sì che riceve. Tra la sua esibizione e la prossima, la giuria ci fa ascoltare un pezzo di Whole Lotta Love, per ricordarci che esiste anche bella musica al mondo. I Jarvis cantano Mrs Robinson e onestamente non mi dicono niente nemmeno loro. Sorpresa sorpresona, eh? Probabilmente sono tra i più “vendibili”, però. Passano con tre sì su quattro. Decisivo quello di Agnelli, dovuto chiaramente al fatto che il cantante assomigli a Draco Malfoy.

Graziella, in arte Grace, è una fan di Rihanna, di cui esegue un brano che le fa conquistare quattro sì. Poco da aggiungere: bella voce, discreta consapevolezza di ciò che sta cantando. Ci sta. Va altrettanto bene anche a Diego con la sua voce un po’ rauca, agli “spiazzanti” Iiso Band e all’elegantissima Sara.

3
Siamo sicuri che sia Arisa quella che succhia il sangue?

Jessica ha solo 16 anni ma è sicura di ciò che vuole, e ciò che vuole è entrare nel mondo dello spettacolo. La voce è un po’ troppo citofonata per i miei gusti, e nel complesso la sua Un’estate fa non mi piace per nulla. I giudici sono tutti d’accordo con me, tranne Arisa, che per qualche motivo s’è convinta che Jessica abbia un talento nascosto e “animalesco”, che potrebbe venire riconosciuto all’estero. La stessa Jessica non sembra particolarmente convinta.

Pure Alessia è giovanissima, 17 anni. Fa la modella, studia e vuole sfondare pure lei in TV. La madre la “sponsorizza”, forse anche troppo. Grazie a lei però impariamo un trucco fondamentale per ottimizzare i tempi, nella rincorsa senza fine alla perfezione: fare jogging in pantaloncini e canottiera per abbronzarsi mentre si corre. Purtroppo l’abbronzatura non basta a far cantare bene la gente, e la povera Alessia non convince nessuno tranne, di nuovo, Arisa. Gli altri giudici le dicono l’equivalente dell’immortale: “Esci, vai a rubare, tocca le femmine” che Troisi rivolgeva al complessatissimo Robertino. Prima c’è da abbattere la madre, però.

Veronica canta Walk dei Foo Fighters, e si vede che fa la musicista da qualche anno. Conquista una standing ovation, fa commuovere Agnelli, e soprattutto lascia Fedez senza parole. Idola. Marco nasce ballerino, e si presenta con una pettinatura che credo sia proibita da diverse convenzioni internazionali. In più canta Sex Machine di James Brown sfoggiando una fisicità che vedrei meglio alla Melevisione che sui fumosi palchi del Re del Funk. Forse per merito delle aspettative bassissime, a conti fatti mi sembra meno peggio del previsto. L’unico no è di Agnelli, mentre a sorpresa Fedez lo fa passare. La giustificazione è “mi hai fatto schifo, ma ti muovi bene sul palco”.

2
Dai, lo guardi e pensi al sesso. È inevitabile. 

Anche Vanessa vorrebbe cantare i Foo Fighters, ma quando i giudici scoprono che scrive pezzi suoi, le chiedono di eseguire uno di questi. Voce grintosa, qualche imperfezione, ma comunque quattro sì meritati. Segue trittico di bocciati, che comprende il metallaro Danilo con un’improbabile “Con te partirò”, l’eclettico Ivan che passa dagli AC/DC a Bublè, con qualche sortita nei cori russi, e Zhou Ling, che semplicemente non ce la fa.

Chiudiamo in bellezza con Marcello, perdutamente innamorato di una ragazza inglese a cui dedica il suo inedito. La pronuncia mi fa pensare che il motivo per cui la loro storia d’amore non sia fiorita sia stata l’incomunicabilità. Lui però è simpatico, non canta nemmeno malissimo, e la canzone è uno di quei tormentoni che se ne sono sentiti di peggiori in più di qualche estate passata. Il pubblico lo ama già alla follia, ma i giudici sono divisi. I no di Arisa e Fedez sono un macigno sul cuore di chi ama l’amore.

3 commenti

  1. portate Arisa a fare una monta così si da una calmata…comunque i giudici di quest’anno mi sembrano parecchio insipidi. Anche al netto della gravissimissimissima perdita dell’inarrivabile Elio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...