E3 2016: Conclusioni e lista acquisti

Ho aspettato qualche giorno prima di scrivere la mia sulla fiera di Los Angeles perché alcune questioni meritavano di stagionare qualche secondo in più nel mio cervello. Per le impressioni a freddo c’è l’episodio dedicato di Ringcast invece. Microsoft, per esempio, esce con le ossa rotte dalla war delle conferenze ma sul lungo periodo potrebbe aver fatto la scelta giusta a tirarsi fuori dal mercato console. Oh, io son contento, un accrocchio in meno per il quale spendere soldi. Perché dopo questo E3 parlare di One equivale a parlare di Steam Machine, sia chiaro, un aggeggio fondamentalmente inutile e troppo costoso destinato solo ai vecchi o a chi da bambino è stato stuprato da un PC. No, non è il salotto il problema, un semplice Steam Link è ormai in grado di superare in scioltezza il trauma di una seduta poco comoda, è la violenza sessuale di un Windows 98 che è rimasta indelebile nelle loro menti. Sony, al contrario, nelle console ci crede, crede nella VR dei poveri e continua a credere fortissimo pure nei giochi. Pure in quelli che economicamente sembrano un suicidio. Sicuro, che lo abbia fatto o meno solo per gli strilloni da fiera, è riuscita ad avvicinare sotto lo stesso tetto Ueda, Kojima e Mikami, quantomeno va applaudito il coraggio. Di certo ha imparato come si fanno le conferenze, a livello di show sembra l’unica in grado di mettere su un palco uno spettacolo che non soffocherebbe chiunque non sia un disperato appassionato di videogiochi con la voglia di impiccarsi. Cazzate, rumore, promesse non mantenute, tutto vero, ma pur sempre meglio di balletti, dati di vendita o Mourinho. Dopo l’E3, l’ennesimo E3 che doveva essere quello di lancio per la VR, mi sono ormai convinto (senza mai provarla dal vivo però) che da questa tecnologia non verrà fuori niente di meglio che qualche povero imbecille a fare la figura dello stronzo su youtube. Premesso che continua ad eccitarmi sessualmente anche solo la possibilità di girare la testa in un gioco di guida (o in uno spaziale), l’impressione è che la VR stia inseguendo il Wii e il suo tragico bisogno di affetto con mini stronzatine create per quattro secondi di piacere sporco e innaturale. Qualcuno dice che ci vorranno dieci anni, io dico che siamo molto più lontani. Più concreta Nintendo con una tattica che nemmeno Fassino poteva prevedere. Con Zelda è andata bene, io ho qualche perplessità ma il mondo dell’internet sembra averlo accolto con esagerato e immotivato entusiasmo allo stato attuale delle cose, ma non mi pare il caso di fare i timidi con una console in rampa di lancio. Le possibilità sono due: o Nintendo vuole fare il botto con una line-up bomba presentata a sorpresa o stanno in alto mare e NX (che parre non sia neanche il nome ufficiale) non lo vedremo davvero a marzo. Ma anche fosse, cosa dovrebbe fare o essere questo NX per riuscire laddove Gamecube, WiiU (ma anche Wii se si escludono le vecchie) hanno fallito? Le terze parti davvero vorranno gettarsi a capofitto sull’ennesimo fiasco annunciato con una console da 40 milioni di pezzi venduti e un PC più forte che mai sul mercato? Io me lo auguro eh, non c’è niente che mi faccia più felice di una console Nintendo nei negozi, ma preferirei vederla vendere 15 milioni multipiattaforma di Mario Kart piuttosto che annaspare agonizzante nel tentativo di sembrare fica come le altre. EA proprio male, ormai persa nella deprimente ricerca di guadagno certo, molto meglio Ubisoft che continua a prendersi sputi e pernacchie dai videogiocatori col cazzo grosso ma che ancora ci prova. A modo suo, un modo spesso discutibile e raffazzonato, ma che prevede comunque tante nuove IP e sopratutto tanti rischi. Poco spazio agli indie quest’anno, leggo anche nello showfloor e non solo sui monitor giganti, ma spesso son giochi che hanno bisogno di lanci inaspettati e poco chiacchiericcio per sorprendere i giocatori, non è detto che sia proprio un male dunque. Eravamo in tanti ad averlo predetto e di fatto anche i portatili hanno esalato l’ultimo respiro o quasi. passi Vita, Sony finge di non conoscerla da anni, ma anche il 3DS sembra attaccarsi con le unghie alle ultime boccate di Pokemon. E questa invece è solo una cattiva notizia, ma brutta brutta, perché il mobile impazza ma resta un gazzabuglio di porcherie o buoni giochi venduti come frutta andata a male. Sulle nuove console 1,5 non c’è moltissimo da dire al momento, per esprimere un giudizio bisognerà capire esattamente cosa sono davvero ma sopratutto cosa vogliono fare da grandi. One S è poco più di una slim per gente con la televisione superdotata ma PS4 Neo, per quanto ci è dato sapere, potrebbe anche essere l’inizio di una nuova era per il videogioco casalingo con la confusione a regnare sovrana esattamente come il collaudato mercato degli smartphone. Oppure no, potrebbe essere solo la tomba della VR, chi può dirlo? Stesso dicasi per Scorpio che, ad ascoltare le dichiarazioni di Phil Spencer almeno, è sia una console potentissima che una lavastoviglie molto educata. Ma i giochi ci sono ancora, ce ne sono tanti se non troppi, e a me quello interessa in fondo.

51biggestgames1280-1466117803210_270h

Questa è invece la lista degli acquisti previsti che stilo ogni anno proprio dopo l’E3:

Sicuri, ma non è detto che sia day one eh:
Tokyo Mirage Sessions #FE – June 24
Inside – June 29
No Man’s Sky – August 9 (limited)
Bound – August 16
Deus Ex: Mankind Divided – August 23
Forza Horizon 3 – September 27
Mafia III – October 7 (limited)
Paper Mario Splash – October 7
Gears of War 4 – October 11
Battlefield 1 – October 21
The Last Guardian – October 25
Call of Duty: Infinite Warfare – November 4
Dishonored 2 – November 11 (limited)
Watch Dogs 2 – November 15
South Park: The Fractured But Whole – December 6

In dubbio:
Titanfall 2 – October 28
Final Fantasy XV – September 30
Mario & Sonic ai Giochi Olimpici di Rio 2016 – June 24

 

 

3 comments

  1. Oltre ad alcuni titoli che hai citato, mi tenta molto Berserk Musou, in uscita il 21 settembre, al momento solo in giappone.
    Daniele

  2. Mi stupisce l’interesse per Tokyo Mirage: sembra un gioco solido ma la trama e l’ambientazione fanno cadere i testicoli

    comunque se ti piacciono le cose così fortemente giappo, dovresti tenere in maggior considerazione psvita
    Di interessanti in uscita ci sono: grand kingdom, odin sphere, zero time dilemma, steins gate 0 e yomawari

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...