E3 2016: La conferenza EA

Si comincia. Cioè, è una settimana che hanno cominciato tutti con annunci a sorpresa, live per cazzi loro e leak più o meno programmati ma non sei nessuno se non sei nella scaletta ufficiale dell’E3. EA inizia in ritardo, qualcuno comincia a temere che la conferenza sia stata rimandata ad inizio 2017. Presenta Wilson, un uomo con dei capelli bellissimi, che promette tanto gameplay. Peter Moore è a Londra. Aò, non c’aveva voglia. Zampella deve presentare Titanfall 2, c’ha ancora le mani sporche di leak e glielo si legge in faccia. Il gioco c’è, i robottoni pure, e stavolta pure una campagna: 28 ottobre. Peter Moore la smarmella parecchio con gli e-sports. Segue una sequenza con dei ciccioni che giocano, un paio potevano anche essere dei giocatori NFL. Madden non sembra aver guadagnato troppo dall’uso del Frostbite comunque. Sul palco sale Flynn di Bioware, decisamente il motivo per il quale siamo tutti qui stasera. Ci tiene a precisare che hanno ricominciato da capo, pure le piastrelle in cucina hanno messo nuove. Non si vede moltisismo gameplay di Andromeda ma quello che si vede è sufficiente per farmi pasticciare. Il ritmo torna basso con le informazioni sul condominio di Wilson, la signora Giacomelli non ne vuole sapere di rifare il cancello. Alex Hunter vorrebbe tanto giocare nella Premier ma purtroppo è qui a rompere il cazzo a noi. Presenta la modalità storia di FIFA e di calcio vero se ne vede pochino. Stocazzo, arriva addirittura Mourinho con la faccia imbronciata, prende l’assegno e se ne va. Oh, se ne parla dodici ore, è un sacco fico, ma alla fine si vede poco e niente. EA ha aperto la sua etichetta 8×1000, EA Originals, con la quale promuovere dei giochini indie e convincere il mondo che non sono il male. Il primo gioco è FE. Lo stile ricorda vagamente NERO o Ori, non mi ha impressionato particolarmente. Jade Raimond ci ricorda che EA la vacca di Star Wars la vuole mungere fino all’osso. Previsti un gozzilione di titoli, quello mobile ve lo infileranno direttamente in gola pare. In un filmato di 15 minuti si vede solo uno che disegna per cazzi suoi comunque. Si chiude con Battlefield 1, Jamie Fox and Zach Efron sono pronti per giocare una partita con 64 giocatori. Loro, e voi sukate. Finita, molto molto male.

Screen Shot 2016-06-12 at 1.29.08 PM

 

Disponibile anche il video per i più pigri:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...