ER CARCIO: 23° GIORNATA 2015/16

 

Premessa d’obbligo che il mondo è pieno di imbecilli: sono un tifoso della Lazio, odio la Roma (calcisticamente parlando) ma ne parlo volentieri perché neanche considero veri tifosi quelli che non gufano ogni allenamento dei cugini (vale per ambo le parti ovviamente). Qui si parla del campionato delle romane, anche sfottendo quando possibile, perché il calcio è la più importante delle cose inutili ma ci si può scherzare sopra. I permalosi si astengano dal leggere, grazie.

23° giornata 2015/16

Sassuolo – Roma 0-2
Spalletti è tornato a Roma e il suo lavoro si può già apprezzare ammirando un primo tempo di alto livello giocato con ritmo, gambe e sovrapposizioni. Ma Garcia è ancora nei nostri cuori e nel secondo tempo la squadra crolla, si impaurisce e finisce in balia dell’avversario. È solo un caso (Berardi che sbaglia il rigore a 3 minuti dalla fine) se questa partita non è finita in vacca e a me sembra sempre più evidente che il problema non può essere solo di testa se il fisico ti sostiene sempre per massimo 45 minuti. Però le vittorie cominciano ad arrivare e quelle servivano a Spalletti per lavorare con serenità, chissà se pure lui si piegherà ai tour internazionali estivi per raccimolare quattrini o se imporrà una preparazione seria. Ma non ci sarà un’estate giallorossa senza almeno un terzo posto, credo sia troppo presto per pensare all’anno prossimo. 

Roma's Mohamed Salah scores the goal during the Italian Serie A soccer match US Sassuolo vs AS Roma at Mapei Stadium in Reggio Emilia,Italy, 2 February 2016.ANSA/SERENA CAMPANINI


Lazio – Napoli 0-2
Pioli è contento, dice che la squadra è forte e che può ambire a grandi risultati. Lotito pure è contento, tanto ha ancora Morrison e Braafheid che sono giocatori da Champions. Tare forse non è contento, ma lo sapremo solo quando aprirà gli occhi. Intanto ringraziamo il Napoli che dopo due goal ha smesso di giocare (stavolta) e ci ha risparmiato l’ennesima figuraccia stagionale. Tanto in campo c’era una squadra sola che voleva vincere, l’altra sembrava una scolaresca in gita di piacere. Ho visto Carpi e Frosinone entrare in campo con la voglia e la grinta di ribaltare un pronostico, ai nostri basta farsi la foto col pallone a inizio match. Ma siamo fortissimi quando gli altri smettono di giocare, questo bisogna dirlo, senza avversari forse lo vinceremmo pure questo campionato. C’è chi lotta per vincere e chi per non perdere in Serie A, noi no. Noi si galleggia nella mediocrità e mi dispiace un sacco vederla ridotta così perché la Lazio è stata pure più brutta nella sua storia, ma mai una merda. Prima di Lotito almeno. 

 

LAPR0969-kNVD-U140534832160AFF-620x349@Gazzetta-Web_articolo

 

Roma 41- Lazio 32

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...