X Factor Italia 2015 – Semifinale

La semifinale si apre con un’esibizione di Lorenzo Fragola, ma l’autoreferenzialità non si fermerà qui, visto che a metà puntata ci toccherà pure un’ospitata di Marco Mengoni. Niente però che riesca a scalfire il buon umore di Mika che, ormai libero da impegni da giudice, ha deciso di darsi al turpiloquio e al dialetto milanese. E per l’occasione ha indossato una giacca di Dr. Mario.

Si inizia con i Moseek, che vengono calati da un paranco ed eseguono un inedito scritto interamente dalla cantante Elisa, a titolo Elliott. Testo un po’ meh, brano un tantinello ripetitivo ma complessivamente ascoltabile. Speravo meglio, ma i giudici sono tutti unanimi a lodare la band, soprattutto Mika, che fa un’aperta dichiarazione di voto a loro favore per la finale. Giosada esegue invece Il rimpianto di te, che è una ballad piuttosto intensa, che si fa apprezzare più che altro per il testo che non parla banalmente d’amore. Orecchiabile sicuramente, lui è bravo come sempre, secondo me la finale la merita. I giudici sono d’accordo pure stavolta, ed Elio in chiusura di esibizione fa presente che Giosada è malato. E meno male.

2
Vedo che il tuo Sforzo è grand…  Oh, beh. Magari sai maneggiarlo bene. 

Enrica è pronta per un cosplay di Rhianna, stasera, ma la canzone che canta (I found you) è stata scritta direttamente da Skin. È un pezzo piacionissimo, ma oh, lei appare sempre intensa e convincente. Mika è un po’ che non tira fuori il termine “dimostrativo” (mezz’ora al massimo, così a occhio), ma stavolta lo utilizza per dire che l’esibizione gli è piaciuta nonostante quell’aspetto. Gli Urban Strangers si presentano, a detta di Fedez, con un pezzo che riassume tutti i loro punti di forza, ma aggiunge la novità dei synth. Il brano si chiama Run Away, ha un testo che non mi ha detto niente, musicalmente funzionicchia, vocalmente mi convince a metà. Alla fine devo ammettere che dei due ragazzi quello solitamente più sotto traccia (insomma, non il biondino con gli occhi chiari) tende a piacermi di più come voce. Per non essere da meno rispetto a Mika, Elio commenta in napoletano. A ogni modo, pure qua tutti i giudici sono d’accordo nel lodare la performance. Non mi aspetto che le cose cambino da qui alla fine, onestamente.

Si chiude con Soul Trigger di Davide, scritta con un paio di autori che immagino siano famosi. È onestamente il brano che mi è piaciuto di più tra tutti gli inediti. “A metà strada tra la contemporaneità e l’underground” la definisce Skin, e sarei pure d’accordo con lei se avessi un’idea di cosa volesse dire. Fedez viene a Canossa e confessa di aver cambiato idea su Davide, che in principio considerava un presuntuoso. Adesso lo considera un presuntuoso, però bravo. Poi tocca a Mengoni, e improvvisamente mi ricordo di dover buttare la spazzatura. Per il ballottaggio dico Moseek, comunque.

E invece ci finisce Enrica.

La seconda manche sarà composta da grandi successi radiofonici, per cui ai giudici va ad aggiungersi un ospite d’eccezione. O per lo meno avrebbe dovuto, solo che passava di là Linus e ha deciso di sedersi al banco con gli altri. Davide apre le danze con Can’t feel my face, circondato da orridi spaventapasseri ballerini usciti da un incubo generato dalla mescalina. Per quanto riguarda la canzone, c’è la vaga possibilità che io l’abbia già sentita prima, per cui deve essere veramente famosissima. Davide se la cava bene. Per Linus è la canzone più bella del 2015, il che non fa che confermarmi che faccio benissimo a non accendere la radio dal 2002. Gli Urban Strangers si misurano con Pompeii dei Bastille, circondanti da gente che fa la doccia. La canzone è così anonima e lagnosetta che spero che da un momento all’altro arrivi una colata lavica a vivacizzare le cose. Anche qui, la performance vocale di uno dei due ragazzi non mi convince a pieno. Anche qui, dai giudici arrivano solo lodi.

3
Gli effetti della liberalizzazione delle droghe del Magico Paese di Oz.

Giosada canta The best day of my life degli American Authors, aiutato nella ritmica da sfrenate tamburine sadomaso. La canzone è bruttarella, secondo me, ma lui ci crede abbastanza da riuscire quasi a vendermela. In più pare abbia cantato senza monitor e spie, per cui continua a essere uno dei più convincenti. Basta che non provi a ballare, però. E si chiude con i Moseek e Lean on dei Major Lazer. Si esibiscono su una sorta di struttura basculante, che è anche la cosa più interessante dell’intera esibizione, se volete il mio parere. Elio cita Giochi senza Frontiere, ma nel complesso apprezza. Mika è ormai innamorato di Elisa e non fa che lodarla. Secondo me gliela sta tirando.

E infatti vanno al ballottaggio.

Poco da dire su Enrica, che con la sua Something gotta hold on me spacca diversi culi nei pochi minuti a sua disposizione. I Moseek invece cannano drammaticamente la loro Somebody to love. Ecco, bravi, per una volta che conosco una canzone! A quanto pare è stato per problemi tecnici, però. Tant’è che Mika decide di soprassedere ed eliminare comunque Enrica per continuare a sostenere i Moseek. Elio ci prova a chiedere di farli cantare di nuovo, ma quando gli dicono che non si può fare non può che eliminare loro. Si va quindi al tilt, ma non faccio nemmeno finta di credere che il verdetto sia in dubbio: Moseek a casa. La settimana prossima si chiude con la finale, e credo che tiferò per Giosada. Speriamo che Mika non decida di fare lo stesso.

4 comments

  1. usciti i Moseek per me non ha più motivo di esistere sto show (non che prima ne avesse tanti…)
    un BUU con affetto per le cattiverie su Linus che non ha tanti pregi ma ricordati che suo fratello è Albertino (sono un amico della cassettina)

    • :D
      Spiace pure a me per i Moseek, ovviamente, anche perché a prescindere mi farebbe piacere vincesse una band, e ci sono rimasti solo gli Urban Strangers che boh, mah, non so.

      • visto che non ti vuoi sbilanciare tu lo faccio io: gli US sono due BM! e solo grazie alle BM fan scatenate riescono ad essere ancora in gara!
        ecco…mi sono sfogato…

      • Ahahah, ma no, non ho problemi a dire che siano ancora là per i voti delle ragazzine ormonate. Però tutto sommato sono due ragazzetti che non riescono a starmi sulle scatole. Pure lasciando da parte i miei gusti (anche perché altrimenti manco dovrei guardarlo, X Factor) è musicalmente che proprio non ho idea di dove possano andare a parare…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...