X Factor Italia 2015 – 6a serata di Live

A inizio puntata, Cattelan ci spiega che da casa si potrà interagire con l’imminente esibizione dei concorrenti. Sotto lo schermo c’è infatti una barra numerata, che si riempie grazie ai clic compulsivi del pubblico. Arrivata alla fine, si sblocca la Super Mossa e puoi sparare un hadouken infuocato contro un giudice a scelta.

Screenshot 2015-11-28 19.43.45
Questi due in un picchiaduro ce li vedrei pure.

La prima manche è interamente dedicata alla musica italiana, e in più i concorrenti si esibiranno insieme a una band. A parte le band, perché si esibiscono già con una band, cioè loro stessi. Il compito di aprire le danze spetta a Davide, a cui Elio ha avuto la brillante idea di assegnare L’italiano di Toto Cutugno. A peggiorare ancora le cose, l’hanno arrangiata in chiave reggae. Lui riesce comunque a venderla ai giudici, per cui… massimo rispetto. Enrica si cimenta con Malika Ayane, e a me tutto sommato convince. I giudici la trovano meno brillante del solito, ma per Skin è tutta strategia per prendere di mira una delle favorite alla finale. Meglio tardi che mai, ma ci credo poco.

Per i Moseek i Subsonica cascano abbastanza a fagiolo. L’arrangiamento mi piace, la performance vocale già meno. Complessivamente funzionano, ma i giudici stigmatizzano i troppi errori della cantante anche stavolta. Tranne Mika, che sostanzialmente le dice “meglio della settimana scorsa”. Che vuol dire: stasera hai fatto pena, ma la volta scorsa avevi fatto veramente pena. Giosada ha il compito difficile di cimentarsi con De André e Amore che vieni, amore che vai. Onestamente, non credo potesse fare di meglio. L’originale è irraggiungibile, ma il ragazzo ne ha data una versione rispettosa e intensa il giusto. Promosso per me, e pure per i giudici.

Screenshot 2015-11-28 20.28.09
Il giudice Mika, con l’espressione che gli esperti definiscono “Pesce pigliato c’a botta”.

Luca ha la febbre. Mika decide di infierire con un brano di Tiziano Ferro. Ora, a me Ferro non piace, ma l’originale me la ricordavo un po’ più interessante da ascoltare. Complessivamente meh, ma i giudici non calcano la mano. Si chiude con gli Urban Strangers. Fedez insiste a volerne fare due cantanti impegnati, e sceglie per loro La libertà di Giorgio Gaber. Molto debole l’inizio, con uno due ragazzi chiaramente in difficoltà. Meglio il ritornello. Però nel complesso hanno un loro perché, ci si può lavorare. Mika fa loro tanto di cappello, perdendo l’occasione di fare una delle sue meravigliose gaffe con l’italiano. Per il ballottaggio io dico Moseek. Scopriamo se ci ho preso dopo l’esibizione di tale Jess Glynne.

Non ci ho preso, il televoto punisce Enrica. Non me l’aspettavo.

La seconda manche si apre con i Moseek e gli Arctic Monkeys. Nonostante si esibiscano su una sorta di torretta per il bird-watching, sono decisamente più nel loro. Bella messa in scena, più convincenti della prova precedente, sfizioso il voicebox usato come strumento. I giudici apprezzano nel complesso, ma gli esperti di linguistica ancora si interrogano su cosa cacchio abbia voluto dire Mika con il suo ultimo commento. A proposito di Mika e dei suoi gusti di merda, a Luca ha assegnato il brano di un giovanissimo cantautore, praticamente sconosciuto al pubblico, ma famoso su YouTube. Prevedibilmente, la canzone è talmente anonima che non riesco a capire se Luca stia cantando male oppure no. Fedez la definisce “fatta con gli avanzi di Ed Sheeran”. Un po’ come dire “fatta con gli avanzi della minestra fatta con gli avanzi.” Gli altri due giudici complessivamente apprezzano lo sforzo. Il brano era già terribile, non vale la pena infierire.

Dopo aver citato i Genesis, che ci sta sempre bene, Elio annuncia di aver assegnato a Giosada Shock the Monkey di Peter Gabriel. Poco da dire, convincente anche stavolta. Per Mika ci ha messo troppo poca emozione, però. Che ne so, poteva almeno imitare una scimmia. Gli Urban Strangers si presentano sul palco con un palloncino attaccato al collo, che per provare a impiccarsi secondo me non funziona benissimo. Il brano è Loser di Beck, e stavolta sono d’accordo con Mika: non mi sono piaciuti. Ma tanto al ballottaggio non ci finiranno mai. Si chiude con Davide e un brano di SBTRKT, BXRTKRTR. No, scusate, mi era caduta una cosa sulla tastiera. Il brano è Wildfire. Per fortuna mi sono segnato il titolo, perché credo sia stato il primo caso di canzone che ho dimenticato direttamente durante l’ascolto. I giudici sottolineano un eccesso di sicurezza da parte di Davide. Temo possa finire al ballottaggio, ma invece tocca a Luca. Febbre e tutto, pubblico spietato.

Screenshot 2015-11-28 21.08.11
Uno dei componenti del panel di periti che assiste Mika nella scelta dei brani.

Lo scontro con Enrica vede quest’ultima alle prese con un brano di Adele, e nel complesso è più convincente di Luca, il cui brano ho già rimosso. Sono una persona orribile, lo so. Elio la vede come me, ma Fedez decide di mandare tutto al Tilt. E alla fine Luca ci lascia. Vittima della febbre, o delle scelte orribili di Mika, presenti e passate?

PS: Se tra quelle tre persone che mi leggono ci fosse chi si chiede che fine abbiano fatto le recensioni di Doctor Who, la mia risposta è: Guarda là!
[scappa velocissimo]

PS2: OK, gag del cacchio a parte, sono indietrissimo. Recupererò il prima possibile. Ciauz!

2 comments

    • Per quelle c’è da chiedere al buon Vito Potenza. ^^
      Anche perché io di calcio ne capisco quanto di teoria delle stringhe. Forse pure meno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...