X Factor Italia 2015 – 5a puntata di Live

La grande trovata degli autori per rendere la puntata più interessante è iniziarla con una manche brevissima, che si concluderà con un’eliminazione al volo. Ogni concorrente si esibirà per un minuto, col suo brano più “fortunato” di questa edizione, in una sorta di cinica lotteria dei rigori in salsa X Factor. Ma prima c’è tempo per un’esibizione corale per ricordare i fatti di Parigi. Peccato che il brano scelto sia Imagine. Consapevole di potermi attirare le ire del 90% delle tre persone che leggono questi riassunti, devo ribadire quanto per me quella di Lennon sia una canzone insopportabile. Odiatemi pure, ma non la reggo. All’omaggio partecipa una quantità spropositata di concorrenti e vincitori delle scorse edizioni, che si intravedono per cinque secondi e poi chi se li ricorda già più.

Per la prima manche, i concorrenti si esibiscono su una specie di centrotavola rotante, un po’ come se fosse un buffet di musica al cucchiaio. Tutto sommato mi piacciono tutti, anche se hanno scelto quasi al completo la via dell’intensità e del sentimento. Si vede che col rock ci si agita e si rischia di cadere giù dal centrotavola. Poi tocca ai giudici provare a convincere il pubblico da casa a salvare i propri pupilli. Secondo me esce Leonardo, ma prima di scoprirlo c’è ancora tempo per Franco Battiato e La cura. Gli voglio bene come allo zio vecchietto che ha perso qualche colpo, e mi fa pure tenerezza vederlo andare a salutare i giudici con aria tra l’umile e lo spaesato. Ah, esce Leonardo. Il che significa che Fedez al momento ha ancora tre artisti in squadra. Secondo me alla fine della seconda manche (una manche normale) rischia di perderne uno.

Giosada apre la seconda manche con Sex on Fire dei Kings of Leon. La canzone non mi piace, ma lui resta convincente. Skin confessa che stava aspettando che cantasse questa canzone dall’inizio della gara, e definisce la sua interpretazione perfetta. Mika sembra che stia per dirne male, ma in realtà fa tutto un preambolo per arrivare a lodare Giosada, a cui riconosce sia follia che talento. Pure Fedez approva. Passiamo a Luca, anticipato dalle scuse di Mika per le assegnazioni precedenti. Per cui stasera non rischia nulla, assegnando a Luca un brano di Ed Shireen, che ovviamente gli calza a pennello. Altrettanto ovviamente, è una canzone orrenda alle orecchie di un vecchio come il sottoscritto. Anche qui, solo commenti positivi da parte dei giudici. E che due palle.

1
Il Fire c’era. Mancava il Sex.

I Moseek restano i miei preferiti tra i gruppi, ma loro decidono di eseguire una Don’t Speak che non mi convince per niente. Così, giusto per infastidirmi, immagino. Elio non può non far notare che sono stati meno convincenti del solito. Skin ne approfitta per ribadire che dovrebbero stare più attenti, che non è che abbiano una cantante così brava. Però sono i suoi preferiti, sia ben chiaro! Pure per Mika la ragazza ha cantato male. E gli fa pure schifo il resto della band, scommetto. Va un po’ meglio a Enrica, che resta una delle favorite per la vittoria. Mika però stigmatizza l’arrangiamento un po’ troppo alla “Saranno Famosi”. Il film, non il programma della De Filippi. A meno che Mika non volesse essere davvero offensivo. Fedez ci tiene a ribadire di essere più giovane, e cita High School Musical.

Elio vuole dimostrare che Davide non è freddo e antipatico, e gli assegna Vedrai vedrai di Tenco, che il ragazzo esegue di fronte al tavolo dei giudici. Purtroppo, per motivi strettissimamente personali, si tratta di un brano che colpisce duro dove fa più male, per cui salto quasi tutta l’esibizione. Faccio in tempo a notare che il finale mi è sembrato un po’ troppo urlato e fuori posto, però. Fedez è d’accordo con me. Faccio in tempo anche a cambiare idea? Agli altri due giudici è piaciuto, comunque. Gli Urban Strangers cantano What I Got dei Sublime. Ma prima ci spiegano cos’è l’amore. La tenerezza dura giusto il tempo di rischiare una crisi epilettica a causa dei primi secondi della messa in scena. Però i due ragazzi mi sembrano più a fuoco rispetto alle scorse puntate. Forse Fedez ha capito che fargli fare i sopravvissuti del ghetto incazzati col mondo non funziona.

Screenshot 2015-11-20 19.29.36
Colpo basso, X Factor. Colpo basso. 

Ai Landlord, Fedez assegna Metal and Dust dei London Grammar. Un brano di pop raffinato che onestamente m’è piaciuto. Loderei anche la messa in scena, se non fosse per gli effetti di morphing dei volti che fanno molto fine anni 90. Elio apprezza, ma Skin fa notare che è stata più una cover che una reinterpretazione. Mika ci tiene a spaccare il gruppo, insistendo sul fatto che la cantante dovrebbe mettersi più in mostra, perché la vera star è lei, mica quegli altri tre turnisti. Gli tolgono la parola prima che consigli direttamente alla ragazza di darsi alla carriera solista. Fedez si incazza un po’ perché Tommassini non ha tolto le facce col morphing. Quindi è di nuovo d’accordo con me. Inizio a sentirmi sporco. Ma è già tempo di ballottaggio, a cui finiscono Giosada e i Landlord. Avrei scommesso sui Moseek, ma stavolta non ci ho preso. Inutile girarci attorno, secondo me Giosada non lo elimineranno mai. Nell’esibizione finale mi piace anche poco, ma i giudici sono unanimi e mandano a casa i Landlord. Così Fedez impara.

2 commenti

  1. ti dovresti vergognare come un sorcio ad essere sempre d’accordo con Fedez…quando capita che dice qualcosa di intelligente faccio finta di guardare un interessantissima macchia sul soffitto per non fare la brutta figura di dover usare nella stessa frase Fedez e intelligente (ops, ci sono cascato lo stesso)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...