Un giorno al giorno: Una casa a caso, la tua!

Salve a tutti e bentornati al nuovo corso per videogiocatori profession…ah no è un’altra rubrica.

Qui è il luogo dove si parla male dell’umanità e di quanto il quoziente intellettivo tenda visibilmente a sparire una volta che ci si mette in coda a uno sportello pubblico, casello autostradale compreso.

download

Darwin non poteva sapere che l’intelligenza è inversamente proporzionale alla furbizia e che i livelli sono in costante oscillazione man mano che il numero del tabellone dei turni si avvicina a quello segnato sul nostro talloncino elimina code. Non preoccupatevi gli gireremo quest’articolo via mail più tardi.

Non perdiamoci in chiacchiere e spariamo a caso su un’ambulanza posteggiata in doppia fila col motore acceso: uffici del catasto.

Nel caso in cui vi regalassero un attico in pieno centro storico, è molto facile che “catasto” venga associato solo a una pila di oggetti sovrapposti, al contrario nel caso di eredità, acquisto o di vendita di un immobile che abbia oltre 40anni vi servirà sicuramente il primo atto di acquisto. Ora se siete alieni avrete una scansione salvata in 7 hard disk distinti, oppure se siete onesti cittadini dovrete fare richiesta del duplicato all’ufficio preposto. Considerate la possibilità che uno stabile di 40anni fa sia stato rogato da un notaio con altrettanti  anni e ad oggi deceduto. Non per forza, ma ponete il caso.

Ora per la teoria transitiva che un notaio è solo figlio di un notaio, mi dovete spiegare come cazzo è che non si trova mai quel cazzo di figlio di notaio che seguì la pratica mezzo secolo fa! Qualcuno ci sta prendendo per il deretano e alla fine nessuno fa il notaio perché guadagnare 8970 euro in 30 minuti fa un po’ schifo a tutti diciamocelo.

A questo punto l’iter è capire il notaio che fu, trovare l’ufficio dove ti rilasciano a pagamento un documento pubblico, il tuo perché quello di tua zia secondo me sottobanco te lo rimediano a gratis, e poi recarsi alla filiale del catasto dove sono gestite le movimentazioni che si riferiscono alle decadi ’70 e 80’ sperando che il tuo atto non sia stato già digitalizzato, perché altrimenti la procedura prevede visite guidate in scantinati diversi da quelli già visti e l’orario visite è solo nei giorni dispari dei mesi pari prima di mezzogiorno quando cade il santo femminile sul calendario guatemalteco. Il mio ovviamente era sulla vecchia carta ingiallita, di quando l’Amazzonia era ancora il parco dove portavi a spasso il cane, redatto a mano con una calligrafia piena di grazie e lettere allungate. Il perché i dottori ancora oggi scrivano con calligrafie di merda te lo domandi sempre.

Mi aspettava un’altra fotocopia ed ero già pronto con la pecunia, ma l’omino di turno armato di scacciamosche rosso in filo di stampella e plastica morbida mi allunga uno sguardo stanco e scazzato, dicendo che il mio atto si trova in un faldone di quelli con i lacci che puzzano brutto e che adesso me lo va a prendere. Ora sul quinto pianeta del sistema solare sembra che gli uffici del catasto siano velocissimi, ma è un sentito dire. Il mio pensiero era molto semplice: prima pagare poi vedere cammello, arriva omino con fotocopia, paghi e sei salvo.

Raccontalo all’illustrissimo Sig. Stoca

Il mio omino mi torna con il suddetto faldone da 10 kg di storia dell’immobile rilegato Treccani e mi dice: questa è la pratica, questo è il protocollo e questo è il faldone. Puoi metterti su quella scrivania e quando hai trovato il tuo me lo porti che te lo fotocopio. Aronne tu lavori bene ma fattela da solo la fotocopia.

Ora immaginate cosa è possibile fare con un cellulare e una buona fotocamera. Adesso se a qualcuno è apparsa una notifica sul cellulare che qualcun altro gli ha comprato casa, sapete con quale omino con lo schiacciamosche ve la dovete prendere.

Viva l’Itaja e il lascia passare A39

Stay sintonizzed che poi facciamo anche le poste, banche, supermercato ecc ecc

Ma cazzo passiamo la fila in coda noi..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...