I cinque grandi difetti di Game of Thrones

Visto che la serie in corso non ha troppo da offrire, vediamo di smuovere le acque elencando i 5 grandi difetti di Games of Thrones, dalla rubrica che tanto amore e prestigio ha raccolto in passato. Ho di recente finito di leggere i libri e devo dire che, come accade in poche occasioni, la HBO è riuscita ad eguagliare l’opera ispiratrice. Una serie che apprezzo quindi, ricordatelo prima di insultare la mia famiglia, ma sulla quale si può anche discutere. Civilmente spero.

1411137135_games-of-thrones-cast

Le comparse
È normale che una serie televisiva non possa rivaleggiare con i film, la computer grafica richiede troppo tempo e lavoro, ma un modo per rendere un attimino più epiche le battaglie di massa immagino lo si potesse anche trovare. Magari pagando drogati e barboni, non so, tutto pur di non far sembrare lo scontro una partita di basket femminile. E invece quelli della HBO hanno optato per due soluzioni abbastanza discutibili. Nella prima si passa direttamente dalla preparazione della battaglia al brindisi di fine ostilità. Un’inquadratura ed è tutto finito senza aver mostrato niente. Poi qualcuno ti riassume cos’è successo però, per gentilezza più che altro. La seconda soluzione, meno elegante della precedente, consiste nel giocarsela tre contro tre a briscola e fingere che tutti gli altri siano nascosti dall’inquadratura.

Tette e culi
È una serie HBO e qualcosina te lo aspetti, i libri di Martin sono comunque pieni di sesso quindi non è nemmeno fuori luogo, ma è possibile lamentarsi lo stesso per la valanga di inquadrature a tette, pubi e culi da ogni angolazione possibile e senza alcun ritegno per la morale e la decenza umana? È possibile, ma fatelo voi che io davvero no.

Le morti
Le morti a sorpresa sono il fiore all’occhiello di questa serie, concordo, però non sarebbe male se si usassero per eliminare soprattutto i personaggi inutili e insopportabili. Tipo Bran, Odor e i mangiarane non credo si lamenterebbero in molti se finisssero sotto un autobus. Ma pure quel viscidone di Baelish lo vedrei bene lanciato da un grattacielo o schiacciato sotto una pressa idraulica. Per il piccolo bastardo Bolton, invece, son quasi certo che il destino (o meglio Martin) abbiano in serbo grandi sorprese. Il punto è che non si fa in tempo ad affezionarsi a qualche bella gnoccolona o omaccione duro che zacchete, quello finisce con la testa impalata. E io sono uno che si affeziona, poi mi intristisco. Game-Of-Thrones-Reasons-05-16x9-1

I draghi
L’idea era bella sulla carta, i draghi piacciono a tutti. Io non ho mai sentito di draghi abbandonati in autostrada per esempio, però questi crescono un attimino troppo lentamente. Ai ragazzini crescono i peli sul petto, alle fanciulle crescono le bombe in 4/8 minuti in Game of Thrones e i draghi sparano ancora le miccette dopo 5 anni. Va bene che campano a lungo, ma conosco gatti che si annoiano di fare le fusa 24 al giorno prima di questi enormi e potenti animali mitologici.

Le sottotrame
Visto che dalla quinta serie gli autori hanno cominciato ad allontanarsi dalla trama dei libri (anche perché quelli sono finiti e la HBO ha ancora voglia di farci soldi con il Trono di Spade) è arrivato il momento di usare le forbici o la mannaia per eliminare alcune delle sottotrame più noiose e insignificanti. Ormai si è raggiunta la quota di tre milioni di omini della noia e ci sono intere puntate nelle quali neanche si vedono i personaggi più interessanti. Siccome Beautiful non piace a nessuno (vero? Vero? Vero?) suggerisco di lasciare in piedi solo quelle 4/5 fondamentali e segare di netto tutte le scene con il ciccione amico di Snow, i vecchi bavosi e le riunioni di condominio. Al massimo, se proprio si finisce corti, si aumenta il minutaggio di tetti e culi no?

4 comments

  1. Visto il fiume d’odio e sangue quotato a 0,99, già aspetto l’articolo con i migliori insulti e relative risposte di Vito.
    Stay strong!

  2. L’inserimento tra i difetti di “tette e culi” è una palese forzatura per arrivare a 5, confessalo.
    Concordo su tutto a parte i draghi, in molte altre opere sono creature millenarie e diventano adulti in pochissimo tempo quindi mi torna di più così, anche se preferirei vederli andare in giro a bruciare tutto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...