Bignami Levati: Il Giovane Holden

I grandi romanzi classici rivisitati con lo sguardo fiero del novecentismo, tante minchiate e un poco di zucchero. Perché Vitoiuvara.com ci tiene alla cultura, a migliorarvi, mica vi rincoglionisce di fumettini e pupazzetti come certi bloggacci interisti dell’internet. E comunque la rubrica sul porno in streaming non è ancora pronta.

Il Giovane Holden
Holden, un sedicenne americano scassamaroni imperiale, è stato appena espulso dalla sua scuola per non aver superato abbastanza esami. Passa a salutare il suo professore di storia Spencer e quello attacca la pippa con l’impegno, le responsabilità e la condotta. Che non si applica Holden… oltre a essere un imbecille. Prima di partire riesce pure a fare a pugni con alcuni ragazzi e poi se ne va gridando “dormite sodo, stronzi” per lasciare un buon ricordo di se a tutti.

holden

Finisce in un albergaccio di New York e decide di rimanerci fino alle vacanze di Natale, quando sarà costretto a dire ai suoi genitori dell’espulsione. In un night club incontra tre ragazze, ci balla un pochettino ma quelle non gliela mollano così si ubriaca in un altro bar. Un fattorino del suo albergo gli offre una zoccola per 5 dollari e Holden accetta che un pompino è pur sempre un pompino, pure se sei depresso. Ma poi ci ripensa, paga la ragazza senza farci nulla ed è pure costretto a pagare altri 5 dollari al fattorino. Silvio non li avrebbe mai sprecati quei 10 dollari. Il giorno dopo esce con una vecchia amica, Sally, e le propone di scappare insieme. Sally risponde picche e lui la fa piangere per dispetto.

Incontra un altro amico, Carl Luce, e gli chiede di raccontargli qualche storia piccante. Carl gentilmente rifiuta e lo molla consigliandogli un buon psicanalista. Lo schifano tutti a Holden e c’hanno ragione. Si ubriaca ancora un po’ e poi passa a trovare la sorella che lo rimprovera per i suoi comportamenti e lo nasconde ai genitori. Holden telefona al professor Antolini per farsi ospitare una notte e quello accetta. Poi la notte lo trova che gli accarezza la testa però e Holden, che è depresso ma gli piace la gnugna, trova una scusa per andarsene.

Decide di scappare da New York dopo aver salutato la sorella così la incontra e inizialmente ci litiga. Ma fanno pace tranquilli. Holden si ammala di tubercolosi ma trova pure uno strizzacervelli bravo di cui tanto ha bisogno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...