Er Carcio: 28° giornata 2014/15

Premessa d’obbligo che il mondo è pieno di imbecilli: sono un tifoso della Lazio, odio la Roma (calcisticamente parlando) ma ne parlo volentieri perché neanche considero veri tifosi quelli che non gufano ogni allenamento dei cugini (vale per ambo le parti ovviamente). Qui si parla del campionato delle romane, anche sfottendo quando possibile, perché il calcio è la più importante delle cose inutili ma ci si può scherzare sopra. I permalosi si astengano dal leggere, grazie.

28° giornata 2014/15

Lazio – Verona 2-0
Più delle giocare, più dei miliardari che si sporcano di fango, del calcio amo il ricordo di me ragazzino innamorato. E siccome il fratello più grande è della Roma, è da qualche mese che mi sono imposto di costringere l’altro mio nipote a tifare Lazio. Lazio-Verona mi sembrava quindi la partita ideale per iniziarlo e tutto è andato a meraviglia, sciarpetta, bandiera e tutto il resto, nemmeno ha voluto l’iPad per gustarsi il campo di gioco e… poi niente, le squadre sono entrate in campo, si è messo paura per il rumore e siamo andati a casa. Fortuna che è alto solo 98 cm e sotto un metro i bambini non pagano. Un grazie sentito a Anderson che almeno ha segnato subito, quello almeno sono riuscito a sentirlo dalle scale dello stadio. Grande Lazio comunque, dominio nel primo tempo (che avete visto voi, io no) e controllo da grande nel secondo. F. Anderson ha firmato fino al 2982 ma non riesco a considerarla una vera buona notizia.

b95f794a9f9cf04930e0be104eb69d8d_169_l

 

 

Cesena- Roma 0-1
Lo ammetto, un pochino ci speravo all’ennesimo tracollo ma ero pure convinto (e credo di averlo pure scritto settimana scorsa) che la sconfitta con la Samp potesse fare più bene dei millemila pareggi precedenti. Non è arrivato il bel gioco, non certo la prestazione spumeggiante, ma i tre punti in questo momento della stagione sono oro e c’è un po’ di tempo per riordinare le idee e ricompattare un gruppo abbastanza scombussolato dalle critiche dei tifosi. Certo la partita non è servita ad allontanare i dubbi sul mercato di gennaio: Doumbia impresentabile. Non è il miglior Napoli quello che si presenterà all’Olimpico dopo la sosta e sicuramente sarebbe servito un avversario meno forte per permettere alle ossa di risaldarsi, ma vincere è forse l’unico modo per dare nuovo slancio a questo campionato e difendere un sempre più insidiato secondo posto.

f2a28f1a99707e66825f6b30e8dcb359_169_l

 

Roma 53 – Lazio 52

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...