Er Carcio: 27° giornata 2014/15

Premessa d’obbligo che il mondo è pieno di imbecilli: sono un tifoso della Lazio, odio la Roma (calcisticamente parlando) ma ne parlo volentieri perché neanche considero veri tifosi quelli che non gufano ogni allenamento dei cugini (vale per ambo le parti ovviamente). Qui si parla del campionato delle romane, anche sfottendo quando possibile, perché il calcio è la più importante delle cose inutili ma ci si può scherzare sopra. I permalosi si astengano dal leggere, grazie.

27° giornata 2014/15

Torino – Lazio 0-2
La pioggia non ha aiutato, ma la Lazio scesa in campo nel primo tempo era quella delle grandi occasioni mancate. Pochi i tiri per entrambe le squadre, ma eravamo lenti, prevedibili, quasi svogliati. L’entrata in campo di Keita, che pure sfodera un paio di puttanate niente male (la prima sullo 0-0, l’altra allo scadere) crea qualche spazio in più ed Anderson  che prima sigla il vantaggio con l’ennesima prodezza, poi chiude la partita. In dieci partite Anderson ha segnato 8 goal + 7 assist + un rigore procurato, e sticazzi. Ma sono un tifoso della Lazio, nato per soffrire, e ogni bel gesto aumenta la paura di vederlo lontano dalla capitale. È presto per sognare comunque, pure se la Roma è a -1, ne riparliamo dopo Verona, Cagliari e Empoli.

3ded95bdfb7784b6e0b99d0270b4bc41-U202182049561i3G-U110132839682QEC-620x349@Gazzetta-Web_articolo

 

Roma – Sampdoria 0-2
E alla fine la sconfitta è arrivata. Dopo un’interminabile sequenza di pareggi e prestazioni mediocri, è arrivata proprio in una partita che lasciava sperare in una, seppur minima, ripresa. C’è voluto un grande Viviano nel primo tempo per tenere a galla la Samp e una giocata di Eto’o per portarla in vantaggio. Poi tanta voglia di pareggiare ma pure troppa confusione per impensierire l’ordinata difesa di Mihalovic. Sotto di due goal è arrivata anche l’espulsione di Keita a rendere impossibile l’eventuale rimonta. Voglio tranquillizare tutti, però, i pompieri sono riusciti a far uscire dal campo Keita anche se per colpa sua un gattino è dovuto restare sull’albero. Adesso si può parlate di crisi immagino.

Soccer: serie A, Roma-Sampdoria

 

Roma 50 – Lazio 49

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...