Kickstarter: vi stanno inculando!

Vi spiego il mercato: se vuoi fare soldi, devi anche correre dei rischi. Puoi usare i tuoi soldi, puoi farteli prestare, ma devi rischiare. Poi è arrivata la Borsa e i rischi li hanno accollati a qualcun altro ma in cambio si è avuta almeno la decenza di promettere dei profitti. Poi è arrivato Kickstarter e i rischi li hanno accollati a voi in cambio di niente. O almeno di niente se le cose si mettono male. E sapete cosa penso? Non siete i tizi più svegli dell’equazione.

1393870655_kickstarter

In qualsiasi settore del mercato, quando qualcuno ti da dei soldi si aspetta qualcosa in cambio. Altri soldi di solito, molti più soldi di quelli che ti hanno prestato pure. Quando li accetti, però, prendi un impegno e quell’impegno lo devi anche rispettare. Non solo se ti va, non solo se ne sei capace, non solo se la fortuna gira a tuo favore, li devi rispettare sempre. Una banca ti aiuta a comprarti casa, per esempio, e tu ti impegni a ridargli soldi con gli interessi a cadenza regolare. Se perdi il lavoro, se ti lasci con tua moglie, se le formiche ti hanno invaso il giardino o se il cane non ti riporta le pantofole a loro non frega un cazzo, o paghi o casa diventa di loro proprietà.

Un publisher fa qualcosa che direi abbastanza diverso: non ti presta dei soldi, ti assume. Si accolla tutti i rischi in cambio della fetta grossa dei profitti e tu lavori per lui. Quindi fa lui le regole e se dopo tot mesi capisce che sei una pippa e che il progetto non porterà a profitti è libero di farlo morire. Suoi i soldi, sue le decisioni.

Kickstarter, almeno idealmente, dovrebbe essere un mondo del tutto diverso: visto che il mercato non sarebbe in grado di monetizzare alcuni progetti, fan e sviluppatore (nel caso dell’industria dei vg ovviamente) si alleano per realizzare un sogno, qualcosa di bello. Puoi farlo anche per dimostrare che l’industria si sbaglia, che il mercato non è fatto di stolti imbecilli a caccia solo di Tripla A, ma di fondo la tua preoccupazione è principalmente quella di realizzare qualcosa prima ancora di farci soldi.

Kickstarter, al contrario, è diventato un modo 1) per scavalcare il publisher e non rinunciare alla grossa fetta degli eventuali profitti  e 2) per guadagnare in modo easy, sfruttando la passione della gente (cretini loro comunque, son d’accordo), liquidità a costo zero. Costo zero, però, non può giustificare la tua incapacità di quantificare i costi o i tempi di sviluppo come credono in molti. Il prodotto lo hai promesso e il prodotto, anche rimettendoci soldi, dovresti comunque metterlo sul piatto prima o poi. Io faccio finestre e un preventivo non è meno difficile, raramente puoi considerare tutti gli imprevisti o le variabili soprattutto per cantieri che si prolungano per anni. Se le cose vanno male, se il prezzo dell’alluminio o del ferro aumenta per esempio, “ti attacchi al cazzo e tiri forte forte”. Con la poesia si esprime chiaramente ogni concetto.

Michelangelo si è preso le bastonate in testa dal Papa per i ritardi della Cappella Sistina e sento difendere tizi che fanno videogiochi (anche discutibili) come se la loro arte fosse impossibile da quantificare. La mia impressione, ovviamente da esterno  solo molto astuto, è che questa industria sia gestita molto spesso come un hobby per figli dei fiori e non come un business. Fagli pagare le sforature del budget e vedi che su Kickstarter non ci vanno tanto per provare, probabilmente non ci vanno affatto.

Sugli early access ho molti meno dubbi, in fondo in quel caso sai esattamente quello che compri, ma accettate il consiglio di uno stronzo (non dico sul serio, lo sanno tutti che io non sono davvero uno stronzo ma una persona meravigliosa) e cominciate a comprare solo le cose che esistono, non quelle che vi piacerebbero esistessero.

One comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...