Podcleaner e l’audio bianco splendente

Vitoiuvara.com vi vuole bene e, a patto che non mi abbiate precedentemente insultato la mamma, è ben disposta a usare questo spazio prezioso (oh, son 100 sacchi l’anno) per i vostri  progetti personali. Alex, per esempio, vorrebbe tanto risolvere i problemi audio dei miei video e ci presenta Podcleaner. A lui la parola:

Ciao a tutti, mi presento, sono Alex Raccuglia e sono un regista di spot televisivi e video promozionale di Milano. Ma non è per quello che sono qui oggi. Anche perché, prima di fare questo mestiere, ho studiato informatica e ingegneria, sono stato uno sviluppatore di software multimediale per tanto, tanto tempo…

Schermata 2015-01-27 alle 09.26.29

Ringrazio innanzitutto il gentilissimo dr. Vito che mi da questa piccola vetrina in cui presentarvi il mio progetto.

Da circa cinque anni ho collaborato, come autore, ospite e conduttore (e naturalmente editor), con diversi podcast italiani: Archeologia Videoludica, Telefilmanie, Multimanie, Dietrologia Videoludica, Applehorizon e Just In Apple. Insomma, ho blaterato a lungo e senza nemmeno qualcuno che mi chiedesse di farlo!

Nei miei primi anni, in cui mi occupavo dell’editing di podcast con tanti ospiti, la pulizia del suono è sempre stata, come dicono gli anglosassoni, una spina nel culo. Per un podcast di durata di due ore finivo per lavorare anche una giornata intera a ripulire tutti gli sporchi e a cercare di rendere l’accozzaglia di parole qualcosa che fosse intelligibile e, vieppiù, piacevole da ascoltare (!).

Poi sono invecchiato, e, come dicono i gggiovani qui a Milano, non ci avevo più sbatti di perdere tutto quel tempo in un’attività così poco divertente. Siamo tutti contenti e felici quando qualcuno ci chiede la nostra opinione, ma quando dobbiamo metterci a modificare l’audio ci si deformano gli zebedei in maniera inverosimile…

Le attività più tediose sono sempre stata quella di andare a beccare tutti i singoli suoni che non appartenevano alla voce (per esempio i clic del mouse, il battere sulla tastiera, lo scricchiolio della sedia,…) e la sincronizzazione delle tracce con la relativa normalizzazione dei livelli.

Allora mi sono detto: ma perché fare tutto questo lavoro noioso e ripetitivo quando posso insegnare a uno stronzo (leggasi: il computer) a farlo al posto mio?

Ed è così che mi sono messo a sviluppare, ad uso personale, un’applicazione che avesse lo scopo di fare tutte queste cose al posto mio, facendomi semplicemente premere un pulsante. Ho iniziato lo sviluppo a luglio del 2014 e sono riuscito ad avere una versione funzionante (e commercializzabile) all’inizio di quest’anno, e l’ho chiamata PodCleaner, perché è pensata espressamente per chi fa podcast e deve dare una bella lucidata alle tracce audio; e in particolar modo per quelli che fanno podcast a più voci: la possibilità di sincronizzare in maniera del tutto automatica le tracce che ognuno registra sul proprio computer è, a detta di molti, impagabile.

Schermata 2015-01-27 alle 09.36.08

Non voglio stare qui a rompervi le scatole in maniera trionfalistica e con un inno imperialista sottostante, se volete saperne di più fate un salto sul sito che ho preparato per l’occasione: http://www.podcleaner.com.

Credo che vi basti sapere che si tratta di un’applicazione pensata “for the rest of us”: non è la soluzione definitiva per la pulizia dell’audio, ma è, con tanta poca modestia, un oggetto che fa tutto da solo, e di solito non pulisce il water (per chi è abbastanza anziano come me da cogliere la citazione).

Se fate podcast, o comunque se fate qualcosa che va a che vedere con l’audio, date un’occhiata al sito e ai filmati che spiegano come utilizzarla (perdonate il mio inglese, ma a scuola ho sempre avuto insegnanti poco capaci di stimolare la mia pigrizia, e il doppiaggio nei film e telefilm ha fatto il resto).

C’è una versione di prova gratuita che rimane ad infestare i vostri computer per 15 giorni, poi si rifiuterà di rivolgervi anche solo la parola se non acquistate una licenza, dall’esorbitante costo di tre dolla. Il sottotesto è chiaro: fatemi diventare ricco che mi sono rotto il gallo di lavorare nella vita… Nota a margine: PodCleaner funziona anche per pulire l’audio dei filmati: va bene se volete diventare degli youtuber di successo, altro sistema per accumulare pecunia divertendosi. Per adesso funziona solo la versione Macintosh, ma tra qualche settimana conto di cagare fuori anche quella per PC, per la gioia di tutti quelli che pensano che la mela sia avvelenata. Grazie dell’attenzione, chiudo questa mia non richiesta dissertazione con uno slogan atavico ma pur sempre attuale: viva la pruña!

2 commenti

  1. Bell progetto e bell’articolo
    Compro io una licenza per Vito. Ci vorrebbe anche un software che tolga l’ atmosfera anni 80 dai suoi video. Lavoraci.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...