NBA – Il punto della situazione 16/01/2015

Che stagione fantastica!
Davvero non ci sono parole per descrivere questa prima parte di 2014-2015, tra vecchi in crisi, nuove super-squadre, coach al primo anno che distruggono mondi e lo sbocciare dei prossimi maschi alfa della lega.
Persino l’est sta diventando interessante.
Davvero troppa grazia per i poveri nerd come me che decidono di dilapidare i loro pochi risparmi per vedere Milwaukee-Philadelphia in diretta streaming da un albergo sperduto nella culonia del Kansas.
Andiamo quindi ad analizzare le squadre che maggiormente stanno impressionando.
Atlanta? Atlanta!
Nel silenzio e l’indifferenza più totali (a parte del grande Zach Lowe, che li decanta da un anno), Atlanta é, ad oggi, la squadra col secondo miglior record della lega con 31-8. Il roster sulla carta non impressiona (sfido chiunque a nominarmi il quintetto base), ma basta andare un minimo in profondità per vedere che la sorpresa é solo parziale: l’allenatore é di scuola Spurs, schierano uno dei migliori tiratori degli ultimi dieci anni nella sua annata migliore della carriera (Korver, che sta tirando con un surreale 50% da due, 52% da tre e 93% ai liberi), un giovane play emergente che si sforza sia in attacco che in difesa (Teague, in odore di All Star), un 4 moderno ed efficientissimo (Millsap, uno dei più grossi affari contrattuali degli ultimi 5 anni) ed hanno appena recuperato Horford, che era incidentalmente il loro miglior giocatore.
L’anno scorso questa squadra, senza Big Al, è andata molto vicina alle finali di conference (ok, ad est). Oggi hanno un anno in più assieme, hanno recuperato il loro leader, sono allenati benissimo ed hanno i giovani che hanno fatto un passo avanti.
Per ora dico ancora Chicago ad Est (con un asterisco di fianco a Cleveland, vera mina vagante della NBA assieme agli Spurs), ma non stupitevi se Atlanta arriva alle finali NBA.
article-2540912-1AB8FAC800000578-136_634x394
Portland, che non smette mai di stupire.
L’anno scorso, all’inizio, nessuno credeva durassero. Poi, tutti pensavano avrebbero perso con Houston al primo turno dei playoff. Quest’anno invece, veniva indicata come la principale indiziata a perdere il posto Playoff nel competitivissimo Ovest, a spese di una giovane e grintosa squadra a caso (Phoenix, New Orleans o Sacramento).
Risultato? Dopo praticamente metà stagione hanno il terzo miglior record della lega, Lillard è probabilmente il miglior “closer” nella nba, Aldridge continua ad essere il lungo fortissimo più ignorato del mondo e danno una generale sensazione di solidità che dovrebbe fare paura.
Ad ovest nei playoff può succedere di tutto (quindi potrebbero anche uscire al primo turno), ma oramai i Blazers sono una squadra con cui tutti devono fare i conti.Il dramma Cleveland
Cleveland, contrariamente a tutte le previsioni, fa schifo.
È vero che qualche problema di chimica con tre quarti di squadra nuovi erano stati messi in conto, è vero che LeBron ha saltato 8 partite recentemente, ma hanno perso 9 delle ultime dieci, Love sta facendo pietà e praticamente scompare nel quarto quarto e danno in generale l’impressione di essere una squadra allo sbando.
Come se non bastasse, recentemente sono usciti pettegolezzi su litigi, invidie e (soprattutto) voci che danno coach Blatt come inascoltato ed ignorato bellamente da giocatori e staff. La storia dice che nessuna squadra che stava sotto il 50% di vittorie a questo punto della stagione ha mai vinto il titolo (Cleveland è 19-20), ma la storia dice anche che LeBron è uno dei dieci-quindici migliori giocatori di sempre.
Contando che sono ad est (e sono di conseguenza sesti anziché decimi con questo record), tutto è possibile.
L’impressione mia è che se licenziano Blatt, a meno non prendano una leggenda tipo Pat Riley (poco probabile) a rimpiazzarlo la possibilità di arrivare in fondo sia andata; troppi cambiamenti troppo in fretta.
E attenzione: Kevin Love è free agent a fine anno.
cleveland-cavaliers-dancers-cavalier-girls-153845347_10
A breve commenti su altre squadre.
@AndreaAlfieriNY

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...