Er Carcio: 17° giornata 2014/15

Premessa d’obbligo che il mondo è pieno di imbecilli: sono un tifoso della Lazio, odio la Roma (calcisticamente parlando) ma ne parlo volentieri perché neanche considero veri tifosi quelli che non gufano ogni allenamento dei cugini (vale per ambo le parti ovviamente). Qui si parla del campionato delle romane, anche sfottendo quando possibile, perché il calcio è la più importante delle cose inutili ma ci si può scherzare sopra. I permalosi si astengano dal leggere, grazie.

16° giornata 2014/15

Lazio – Sampdoria 3-0
Lo scontro diretto tra due delle terze in classifica doveva stabilire chi fosse già pronto per ambire ad un posto nella massima competizione europea e la risposta è che Cana e la sua scivolata omicida vanno fermati il prima possibile. La Lazio ha praticamente dominato l’incontro cercando da subito la vittoria e concedendo davvero poco allo spuntato attacco di Mihalovic. Che va bene la difesa di seghe, ma quelli davanti c’avevano Okaka. Sono razzista, lo ammetto, proprio non le sopporto le pippe sopravvalutate. Tanto Felipe Anderson in campo, ormai davvero sicuro dei suoi mezzi e stavolta bello pimpante per ben più dei 15 minuti iniziali. Candreva è un elemento a cui son si può rinunciare ma, con Mauri a dettare i ritmi, davanti siamo davvero una buona squadra. Con buona pace di Keita che al momento ammuffisce in panchina. Ora arrivano il derby, il Napoli e il Milan e speriamo pure un altro difensore centrale all’altezza almeno di De Vrij.

Che Mihalovij abbia visto troppo Holly e Benji?
Che Mihalovij abbia visto troppo Holly e Benji?

 

Udinese – Roma 0-1
Di riffa o di raffa la Roma porta a casa i tre punti e su Facebook impazzano sia gli juventini, che ci tengono a dimostrare che non sono gli unici a rubare, sia i  romanisti che per un rigore molto meno dubbio di quello non concesso all’Udinese avrebbero sfasciato le piazze o, peggio ancora, chiesto un’interrogazione parlamentare.  Il goal di Astori era invece regolare, fortuna che l’arbitro ha deciso di non dare ascolto a quell’omino fastidioso vicino alla linea che cercava di sostenere il contrario. Purtroppo a Emanuelson non è riuscito di entrare nel cuore dei romanisti con quell’intervento suicida e ci aspetta una dura settimana di proteste che speriamo scaturisca in una direzione tutta a favore della Lazio nel derby. A giudicare da quanto visto in campo negli ultimi mesi, comunque, non ci sono nove punti di differenza tra le due squadre ma la formazione giallorossa è sicuramente più solida e meglio organizzata.

 

Roma 39 – Lazio 30

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...